Skip to content

Manifestazione non autorizzata: influencer denunciato

Enrico Rizzi aveva organizzato un sit-in alle 17 ma ha cominciato la sua protesta ore prima dal tetto della palazzina dov’era salito
Enrico Rizzi sul tetto del palazzo con un fumogeno
Enrico Rizzi sul tetto del palazzo con un fumogeno

GROSSETO. Il viaggio di Enrico Rizzi, l’influencer per i diritti degli animali che era arrivato da Roma per portare le luci dei riflettori dei suoi follower sulla casa-zoo degli orrori di viale Europa, si è concluso con una denuncia per manifestazione non autorizzata.

Denuncia che è stata fatta dagli uomini della questura dopo che il trentunenne attivista è sceso dal tetto della palazzina dov’era salito sabato 30 ottobre, per chiedere al sindaco del Comune di Grosseto dove fossero i gatti che erano stati segnalati ancora la scorsa settimana nell’abitazione delle due donne. «Questo è quello che è successo – ha detto l’attivista in un video pubblicato sulla sua pagina di Facebook – io sono stato denunciato dalla polizia, mentre le due donne possono girare libere per la città».

 

In realtà, anche le due donne sono state indagate dalla Procura di Grosseto per maltrattamento di animali: la denuncia è stata presentata dalla Lega per la difesa del cane il giorno del blitz dei carabinieri forestali nell’appartamento.  Anche loro, come Rizzi, sono quindi denunciate a piede libero.

Rizzi aveva infatti organizzato un sit-in di protesta davanti alla palazzina che sarebbe dovuto cominciare alle 17 e che era stato autorizzato dalla Questura ma qualche ora prima, intorno alle 14, ha deciso di salire da solo sul tetto con un megafono, uno striscione e un fumogeno. «L’ho fatto per tutelarvi – ha detto ai suoi follower nel video – Qualcuno di voi ha protestato perché quando è arrivato a Grosseto la manifestazione era praticamente finita. Ma se vi avessi chiesto di venire prima, vi avrei messi nei guai».

C’erano una trentina di persone ieri, sul viale Europa, nel parcheggio davanti alla palazzina, tra le quali anche gli avvocati dell’animalista, Alessio Cuggini e Andrea Piacentini. Insieme alle forze dell’ordine, alla polizia, ai carabinieri e alla polizia municipale. E ai vigili del fuoco, arrivati con l’autoscala per far scendere il manifestante dal tetto.

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected