Skip to content

Una facciata nuova (e dignitosa) per l’ex Marraccini

Dopo il crollo di ottobre trovato l’accordo fra i proprietari. C’è il sì (condizionato) della Soprintendenza. I lavori affidati alla ditta di Saimo Biliotti
Saimo Biliotti davanti all'ex cinema Marraccini
Saimo Biliotti davanti all’ex cinema Marraccini

GROSSETO. Almeno da fuori avrà una sua dignità. Per il “dentro” ci vorrà ancora pazienza. E chissà se lo vedremo mai a posto, anche se il Comune ha disposto uno studio per capire se ci siano le condizioni per intervenire.

Nei giorni scorsi è stato autorizzato l’intervento per il rifacimento della facciata dell’ex cinema Marraccini.

Si tratta di un intervento da 630mila euro, che sarà effettuato dalla ditta Service Building di Saimo Biliotti che sarà anche direttore dei lavori insieme all’architetto Marco Bianchini. I proprietari si sono avvalsi della detrazione fiscale del 90% con il bonus facciate.

Anche la Soprintendenza alle belle arti di Siena, Grosseto e Arezzo ha dato il via libera all’intervento, sia pur con numerose prescrizioni, da vedere nel corso dell’avanzamento dei lavori.

Il 25 ottobre dal cornicione del cinema erano caduti numerosi calcinacci, scatenando (di nuovo) la rabbia di chi ha un’attività in via Mazzini, come chef Moreno dell’Uva e il Malto. Poi la strada era rimasta chiusa due giorni, finché non è stata montata un’impalcatura per la messa in sicurezza. Infatti il sindaco aveva firmato un’ordinanza per imporre ai proprietari di ristabilire la sicurezza del palazzo.

Ex Marraccini, sei inquilini si accollano i costi del cinema

Ma arrivare a questo risultato non è stato un percorso semplice, in particolare per l’amministratore del condominio, Marcello Treglia, che ha dovuto mediare a lungo fra i proprietari dei sei appartamenti, uno dei quali è nelle mani di Banca Tema.

L'impalcatura in via Mazzini - maremmaoggi.net
L’impalcatura in via Mazzini – maremmaoggi.net

Alla fine è stata trovata la quadratura del cerchio e i sei proprietari “copriranno” anche la quota di spesa che sarebbe stata a carico del proprietario del cinema. Cinema andato più volte all’asta, ma senza che si sia mai trovato un compratore.

Ex Marraccini, le prescrizioni della Soprintendenza

Come detto, la Soprintendenza ha autorizzato l’intervento, affidando la responsabilità del procedimento all’architetto senese Federico Salvini.

E ha disposto numerose prescrizioni.

  • «In fase di cantiere dovranno essere sottoposte all’attenzione di questa Soprintendenza per valutazione di merito ed autorizzazione, un opportuno numero di campionature del tinteggio delle facciate da realizzarsi con prodotti a base di silicati di potassio. Analogamente dovranno essere eseguite delle campionature volte a confermare la bontà della GeoLite 10 Kerakoll, il cui utilizzo dovrà essere confermato dalla scrivente in sede di cantiere».
  • «Considerato il disuso dell’ex cinema, l’intervento dovrà obbligatoriamente prevedere la rimozione del volume tecnico e delle canale d’areazione non più in funzione addossate sulla facciata laterale e di disturbo alla leggibilità dei caratteri architettonici del bene anche da spazio pubblico».
  • «Considerata l’urgenza dei lavori oggetto della presente istanza, si rimanda alla fase di cantiere, una volta montati i ponteggi necessari ai lavori, il completamento dei rilievi architettonici delle facciate in opportuna scala di rappresentazione , completa di tutte le informazioni occorrenti debitamente quotate».
  • «Questa Soprintendenza si riserva in corso d’opera di impartire tutte le indicazioni e prescrizioni che saranno ritenute opportune al fine della corretta conduzione dei lavori ai fini della tutela del bene culturale».
Ex Marracini, il cartello del cantiere - maremmaoggi.net
Ex Marracini, il cartello del cantiere – maremmaoggi.net

Il cantiere è già aperto, i primi lavori iniziano il 3 gennaio.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati