Skip to content

Tragedia a caccia, perizia balistica anche sui cinghiali

Le autopsie saranno fatte in viale Europa, all’Istituto zooprofilattico, alla presenza dei rappresentanti delle parti
L’Istituto zooprofilattico di viale Europa e Marco Tommasi

GROSSETO. Giovedì prossimo, 9 dicembre, il perito incaricato dalla procura farà le analisi autoptiche sui cinghiali sequestrati dopo la battuta di caccia in cui è tragicamente deceduto Marco Tommasi consulente di credito di 61anniucciso da una scheggia impazzita il 23 novembre scorso nelle campagne di Cinigiano. 

L’incaricato è il dottor Rosario Fico, responsabile del Centro di referenza Nazionale per la medicina forense veterinaria all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana “M. Aleandri” che si trova in viale Europa a Grosseto.

Proprio all’istituto sarà fatto l’esame autoptico, alla presenza dei rappresentanti delle parti, per completare il quadro degli esami balistici già affidati al Ris per le armi.

Per la tragedia risultano indagati 7 uomini, compagni di caccia di Tommasi che nel momento dello sparo erano più vicini alla vittima. Il reato ipotizzato è quello di omicidio colposo: assistiti dagli avvocati Francesca CarnicelliFrancesco e Luciano Giorgi, Serena Catocci, Angela Casini Claudio Cardoso anche loro potranno nominare un proprio consulente per partecipare alle operazioni peritali.

I familiari dell’uomo, la moglie Catia Vanelli, i figli Giulio e Giacomo e il fratello Alessandro sono invece assistiti dagli avvocati Giovanna Canessa e Leonida Calvisi.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati