Skip to content

Tosap, lo sfogo dell’assessora: «Io sono per le aziende»

Dopo la bocciatura della mozione-Cerboni e le polemiche, l’assessora Simona Rusconi si sfoga su Facebook: «La mia storia parla da sé»
Le quattro donne della giunta. Da sinistra: Minozzi, Amante, Rusconi e Petrucci
Le quattro donne della giunta, Sara Minozzi, Angela Amante, Simona Rusconi, Simona Petrucci

GROSSETO. A Simona Rusconi non poteva toccare compito più complicato. Entrare in giunta da esterna proprio nel ruolo lasciato, ma è un eufemismo, da Giacomo Cerboni.

L’ex assessore al bilancio, cacciato dall’accordo fra i suoi ex amici della Lega e il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, ha seriamente intenzione di non farne passare alla maggioranza neppure una, si è visto fin dal primo consiglio vero, dopo quello di insediamento. Forte della sua esperienza amministrativa farà le pulci a ogni riga prodotta dalla nuova Amministrazione.

La mozione sulla Tosap, bocciata in qualche modo dalla maggioranza, è stato solo il primo atto. Le agevolazioni, promesse dal sindaco, arriveranno lo stesso, ma il percorso non è stato certo lineare. E non sarà facile approvare il bilancio di previsione prima della fine dell’anno: l’ultimo è stato varato a marzo.

Così lei, l’assessora, tira fuori le unghie. Perché tutto sembra meno che una disposta a stare all’angolo. Certo, qualche consiglio da Rino Festeggiato, dirigente di settore e allegramente trotterellante nella sala del consiglio lunedì mattina, se lo è fatto dare e se lo farà dare, normale che sia così. Ma intanto affida a Facebook un suo sfogo. Con tanto di maiuscolo iniziale a sottolineare il concetto.

Simona Rusconi: sono per le aziende, la mia vita lo dimostra

«IO SONO PER LE AZIENDE E NON DEVO DIMOSTRARLO, LA MIA VITA PARLA DA SÉ. Paradossalmente conosco molto meno l’amministrazione pubblica che il mondo del privato in cui ho sempre lavorato. Il mio primo vero lavoro è stato alla Grosseto Export dove ogni giorno si sviluppavano idee e si ricercavano contatti per immettere aziende su mercati nuovi, per convincere i buyers che i nostri prodotti avevano un marchio di qualità chiamato Maremma».

«Ho scelto poi di svolgere la professione di commercialista, direi con grande passione, al continuo servizio delle aziende, cercando per loro ogni possibile risparmio di imposte, il finanziamento meno oneroso, la forma societaria più adatta, la soluzione più favorevole ad ogni loro esigenza, ogni possibile contributo pubblico potesse spettargli».

Sono assessore per contribuire alla crescita delle aziende

«Ho intrapreso questo nuovo incarico di assessore al bilancio del comune di Grosseto, in gran parte proprio per le aziende affinché possa contribuire concretamente alla loro crescita…e lo farò… datemi tempo e io lo farò! Ne chiedo poco, quello che serve per elaborare un bilancio di previsione, tirare le fila di ciò che è stato lasciato, insidie comprese, e rendere operative politiche e progetti per uno sviluppo florido della nostra economia e della nostra comunità. Sto già lavorando per loro, con grande dedizione, nel rispetto del valore che riconosco loro di motore dell’economia locale. L’amore per la terra in cui sono nata e sono radicata passa per le aziende e IO SONO PER LE AZIENDE


LogoLEGGI ANCHE – Bocciate (per ora) le agevolazioni per la Tosap


LogoLEGGI ANCHE – Il sindaco: le agevolazioni per la Tosap ci saranno


 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati