Skip to content

Fugge nei boschi con la moglie in auto, ai domiciliari

Il 43enne, mentre era alla guida della sua auto, alla vista di un posto di controllo dei carabinieri, era scappato a bordo dell’auto non rispettando l’alt
I carabinieri con la roncola e il piede di porco sequestrati

MASSA MARITTIMA. Era scappato nei boschi alla vista dei carabinieri lasciando la moglie in auto. Ora per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari.

I carabinieri  di Massa Marittima hanno notificato il  provvedimento a carico di un uomo di 43 anni, residente a Massa Marittima: la misura è stata emessa dal Gip del tribunale di Grosseto, su richiesta del pubblico ministero che ha avanzato l’istanza dopo l’ennesimo episodio che ha visto il soggetto protagonista.

La fuga in auto e poi nei boschi

Alcune sere fa, in cui il 43enne, mentre era alla guida della sua auto, alla vista di un posto di controllo dei carabinieri, era scappato a bordo dell’auto non rispettando l’alt intimatogli dai militari. Ne era scaturito un inseguimento, durante il quale l’uomo, vistosi braccato, aveva improvvisamente arrestato il mezzo per scappare a piedi inoltrandosi nel bosco, lasciando la compagna a bordo del mezzo.

Nella vettura, i militari dell’Arma avevano trovato una roncola e un piede di porco, ed avendo già in fase di inseguimento riconosciuto il soggetto, ben noto per i suoi numerosi procedenti di polizia, avevano refertato il tutto all’autorità giudiziaria.

L’uomo, dal canto suo, era stato di recente arrestato per altri fatti, e dopo la scarcerazione, gli era stato per un breve periodo imposto il divieto di dimora nella provincia di Grosseto, sostituita poi dall’obbligo di firma, che gli imponeva di presentarsi due volte al giorno proprio dai carabinieri. Ma dopo i fatti dell’altra sera è finito ai domiciliari.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati