Skip to content

Turbanti presidente del consiglio comunale

Cerboni è uscito dall’aula al momento del voto. Nuovo vicepresidente è Valerio Pizzuti. Il sindaco: l’opposizione ha perso un’occasione (IL VIDEO)
Fausto Turbanti, nuovo presidente del consiglio di Grosseto
Fausto Turbanti, nuovo presidente del consiglio di Grosseto

GROSSETO. Ci sono volute due votazioni, a scrutinio segreto dopo una lunga discussione sulla modalità di voto, per eleggere il presidente del consiglio comunale. Scrutinio palese o segreto, un lungo tira e molla che non ha cambiato la sostanza, visto che in maggioranza l’accordo c’era.

Con qualche piccolo sgarbo istituzionale, come quello del presidente del consiglio pro-tempore, il consigliere Davide Bartolini, che ha sconfessato il parere del segretario comunale, Luca Canessa, che aveva dato il via libera al voto palese.  

Alla fine, com’era nelle previsioni, è stato eletto Fausto Turbanti con 20 voti a favore, 11 bianche, 1 voto a Cerboni.

Solo 32 voti perché lo stesso Giacomo Cerboni al momento del voto è uscito dall’aula. Lo ha fatto in modo palese, dimostrando che la rabbia per l’esclusione dalla giunta non è ancora sbollita.

«Sono fedele, ma mi sento libero di dire quando una cosa non mi piace – ci ha detto l’ex assessore -. Del resto se volevano che mangiassi lo stesso piatto, mi invitavano a tavola».

Claudio Cerboni fuori dall'aula al momento del voto
Giacomo Cerboni fuori dall’aula al momento del voto

Dopo il consiglio il sindaco ha dichiarato che lo considera un grande amico e farà di tutto per recuperare le sue competenze.

Poi si è votato per il vicepresidente. Anche in questo caso sono servite due votazioni. Alla fine è risultato eletto Valerio Pizzuti con 21 voti. 12 sono andati a Ciro Cirillo.

Valerio Pizzuti
Valerio Pizzuti

L’elezione del presidente del consiglio è stata fatta solo con i voti della maggioranza. L’opposizione ha scelto di votare scheda bianca. E non è mancata, al termine del consiglio, la polemica del sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna che ha sottolineato che: «L’opposizione ha perso un’occasione per una condivisione sull’elezione di un civico. Ho più volte teso la mano a Culicchi, non è stata raccolta. Ma noi continueremo a tenderla, sperando che non perdano altre occasioni come questa».

È stata inoltre eletta la Commissione elettorale comunale, il cui compito è quello di provvedere alla tenuta e alla revisione dell’albo delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale. La commissione è composta dal sindaco o da suo sostituto, da tre componenti effettivi (Manuele Bartalucci del gruppo Pd, Andrea Vasellini e Francesca Pepi) e tre supplenti (Cecilia Buggiani, Viola Lamioni ed Erika Vanelli).

LogoLEGGI ANCHE – Turbanti, eletto, si commuove

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati