Skip to content

Super green pass, 300 controlli sul bus. Multa al locale

GROSSETO. La prima giornata con il Super green pass e i controlli coordinati dalla Prefettura di carabinieri, polizia e guardia di finanza è filata via abbastanza liscia. Eccezion fatta per la multa elevata dalla pattuglia della guardia di finanza della tenenza di Orbetello che ha trovato in un ristorante della zona una dipendente senza la certificazione. Multato anche il titolare non ha vigilato e verificato che la lavoratrice avesse il green pass.

Sui mezzi pubblici con la certificazione

Sono stati soltanto tre, babbo, mamma e figlio, gli utenti che Autolinee Toscane non ha fatto salire sull’autobus lunedì 6 dicembre, quando è entrato in vigore il super green pass. Il trasporto pubblico infatti, era uno dei servizi per il quale la preoccupazione era maggiore. E invece, sui 268 utenti che sono stati controllati dai verificatori di At, soltanto tre erano sforniti di green pass, mentre 11 si sono rifiutati di esibirlo.

Dai controlli, che si sono svolti senza criticità in tutta la Toscana, è emerso che il 91% dei passeggeri sottoposti a verifica è risultato in regola. Per la precisione, 7.250 passeggeri avevano il Green Pass “base” che si ottiene con il vaccino, la guarigione da Covid-19 o un tampone negativo.

Fra tutti i 7.940 utenti a cui è stato chiesto il Green Pass, 316 si sono rifiutati di mostrarlo, mentre 374 hanno dichiarato di non averlo affatto. In totale sono state dunque complessivamente 690 le persone che non hanno voluto o potuto dimostrare di avere i requisiti previsti dal nuovo decreto anti Covid-19 per salire sui mezzi pubblici: una media del 9% dei passeggeri controllati da Autolinee Toscane in tutta la regione.

È questo il bilancio della prima giornata di applicazione delle nuove regole sul Green Pass, in vigore da ieri. E già oggi il numero dei verificatori inseriti da Autolinee Toscane per affiancare le forze dell’ordine è salito dagli iniziali 91 che ieri erano al lavoro su tutta la regione, a circa 100, così da garantire una copertura ancora più ampia di tutto il territorio.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected