Skip to content

Fratelli d’Italia: «Sgravi Tosap idea nostra. E li rifaremo»

Il gruppo consiliare su Cerboni: «Lui fu l’attuatore in un clima condiviso. Dopo il bilancio di previsione misure confermate»
Corso Carducci a Grosseto
Corso Carducci a Grosseto

GROSSETO. Anche Fratelli d’Italia prende posizione sulla mozione sulla Tosap, presentata da Giacomo Cerboni e bocciata dalla maggioranza di cui fa parte.  Fratelli d’Italia dice che l’idea fu presentata proprio da loro al tavolo politico e da Cerboni solo attuata. E che le misure saranno confermate, alla luce del bilancio di previsione. Certo, va detto, se l’intenzione è presentare prima il bilancio di previsione e poi le agevolazioni sulla Tosap i tempi sono strettissimi, dato che il bilancio di previsione 2021 è stato approvato per la festa della donna, l’8 marzo 2021. E le attuali agevolazioni scadono il 31/12.

Un’amministrazione vicina a imprenditori e esercenti

«Aver bocciato, adesso, la mozione non significa che le varie attività nel 2022 non avranno le stesse agevolazioni del 2021: questa Amministrazione, da sempre vicina agli imprenditori ed agli esercenti, è al lavoro per garantire queste misure e per metterne a regime anche altre, se possibile», così il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia Grosseto alla luce delle dichiarazioni apparse sulla stampa locale da parte del consigliere comunale Giacomo Cerboni.

«Secondo noi, – spiegano i consiglieri comunali di FDI Grosseto – il tutto questo va fatto con i dovuti e necessari passaggi, che caratterizzano l’attività di governo della città, condividendo al suo interno gli effetti ottenuti con le misure prese, e se possibile aggiungendone altre. Tutto questo alla luce di un bilancio di previsione che deve tener conto delle complessive necessità della nostra città. Fratelli d’Italia non ha fatto mai mancare la nostra vicinanza ai bisogni di Grosseto. Tutto questo è storia e soprattutto sono fatti concreti. Non fu Cerboni a partorire tali iniziative, ma lo stesso le trovò sul tavolo politico, proposte da noi di Fratelli d’Italia, e successivamente analizzate e giustamente condivise all’interno della maggioranza, che le fece proprie e le applicò a beneficio delle attività commerciali come edicole, ristoranti, bar, cantieri edili, e quant’altro».

Anche per il 2022 misure a sostegno delle attività commerciali

«Per il 2022, come è già successo per il 2020 e 2021, – dicono i consiglieri comunali – questa amministrazione saprà sicuramente trovare le giuste misure necessarie al sostegno delle attività commerciali. Chi governa non ha necessità di anticipare mozioni, ma piuttosto di mettersi gli uni a fianco degli altri, serenamente, per lavorare per il bene comune, ascoltando e valutando le proposte di tutti».

«Giacomo Cerboni ha fatto in passato un buon lavoro come assessore al bilancio. Lavoro riconosciuto da tutti. Vogliamo ricordare a Cerboni, quando a giugno 2020 dette parere negativo ad una mozione del consigliere d’opposizione De Martis, che richiedeva riduzione degli affitti per famiglie ed imprese in difficoltà per la pandemia, adducendo che questa operazione avrebbe comportato un aggravamento della burocrazia per i cittadini e, comunque, sarebbe stato impossibile intervenire sull’Imu per ragioni di bilancio. Allora ascoltammo le sue argomentazioni di assessore al bilancio. Oggi, come allora, riteniamo necessario ascoltare le giuste indicazioni dell’assessore al bilancio Simona Rusconi, che sono sicuramente tese a produrre le migliori azioni per gli esercenti e le imprese grossetane», conclude il gruppo consiliare Fratelli d’Italia Grosseto.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati