Skip to content

Fratelli d’Italia rilancia, giunta ancora in bilico

Fabrizio Rossi e Francesco Torselli incontrano Vivarelli Colonna e chiedono di più: quarto assessore, più deleghe o una partecipata
Fabrizio Rossi, Antonfrancesco Vivarelli Colonna e Francesco Torselli: selfie in Comune (dal profilo Facebook di Fabrizio Rossi)
Fabrizio Rossi, Antonfrancesco Vivarelli Colonna e Francesco Torselli: selfie in Comune (dal profilo Facebook di Fabrizio Rossi)

GROSSETO. Occhio, che in politica le partite non finiscono mai al 90′. A volte servono i supplementari. Nel momento in cui tutto pareva chiuso, tanto che Confartigianato sta cercando un sostituto di Simona Rusconi in organico, visto che lei sarà assessore al bilancio, a creare tensioni, anche se forse non salterà il banco, è Fratelli d’Italia.

Nella mattinata di giovedì 14, infatti, c’è stato il programmato incontro di Antonfrancesco Vivarelli Colonna con Fabrizio Rossi, il leader delle preferenze in città, accompagnato dal capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Francesco Torselli.

Doveva essere un incontro liscio, senza problemi, ma non è stato così.

Rossi e Torselli, infatti, hanno rilanciato, facendo pesare l’ottimo risultato del partito di Giorgia Meloni alle elezioni. E chiedendo qualcosa in più. Traduzione: quarto assessore o altre deleghe. Oppure le mani su qualche partecipata. Sistema e Epg scadono ad aprile, dietro l’angolo, mentre per le Farmacie si va al 2023.

Al momento, infatti, la presenza in giunta di Fratelli d’Italia sembrava essere: Fabrizio Rossi, vicesindaco, urbanistica e sport, Simona Petrucci, ambiente e politiche ambientali, Bruno Ceccherini, probabilmente, economia. O, comunque, uno degli assessorati rimasti scoperti e ancora da assegnare ufficialmente.

Ma a Fratelli d’Italia non basta. Pare difficile che si trovi spazio per un quarto assessore, ma la mossa cambia le carte in tavola per la distribuzione delle deleghe, forse dando alla Petrucci anche il Demanio (spiagge, pinete ecc).

La partita delle partecipate è più complessa, con l’Epg già promessa alla lista civica e la posizione di Squarcia a Sistema che pare solida. Restano le Farmacie. Certo qualcosa andrà aggiustato, anche se questo farà storcere la bocca a qualcuno: «Neppure avesse preso il 51%» ha commentato qualcuno nei corridoi di piazza Duomo.

 

Sempre informato con Maremma Oggi – Iscriviti ai canali Telegram e YouTube

Vuoi ricevere la nostra newsletter con le notizie principali? Clicca qui e iscriviti

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati