Skip to content

Colpo del Bbc, arriva José Herrera

Il ds Filippo Olivelli ha ingaggiato il potente interbase della nazionale croata. Ha giocato anche a Los Angeles
José Herrera

GROSSETO. Il Bbc Grosseto fa sul serio. Dopo Ambrosino e Gonzales, in casa della formazione grossetana arriva un’altra stella, Josè Herrera, 28 anni, interbase della nazionale croata, che con le sue potenti battute ha spaventato l’Italia nel quarto di finale degli Europei a Settimo Torinese. Nato a San Felix in Venezuela, ma comunitario per avere acquisito il passaporto della Croazia, l’interno ingaggiato dal diesse Filippo Olivelli  è stato l’MVP della Federation Cup 2021 a Braaschaat, in Belgio, grazie a sei straordinarie partite con la maglia dell’Olimpia Karlovac chiuse con una media battuta di 679, con 22 pbc e 5 fuoricampo. A settembre, agli  Europei in Piemonte, ha contribuito a portare la Croazia al miglior piazzamento di sempre, il settimo, grazie alle belle partite contro la Germania (3/4), fondamentale per entrare nei playoff, Nel quarto di finale contro l’Italia, vinto dagli azzurri per 9-5, è stato il miglior battitore, a 2/4 con un doppio e un fuoricampo contestato dagli azzurri e tre punti battuti a casa.

Herrera: felice di essere a Grosseto

«Sono molto felice di essermi legato alla squadra grossetana –  dice Josè Herrera – Le mie aspettative  sono di aiutare i compagni e dare il massimo affinché il club possa ottenere un risultato di prestigio. Spero di arrivare un mese prima, a marzo, per poter prendere confidenza con l’ambiente».

Josè Herrera in Venezuela con il cappellino del Bbc Grosseto

L’interesse della società per Herrera è nata dopo averlo visto all’opera con la casacca della Croazia. «Tutto è nato quando mi hanno visto giocare all’Europeo di Torino: hanno parlato con il mio agente e sono stati in contatto con me fino a quando il contratto è stato finalizzato, Dell’Europeo ricordo la mia partita contro l’Italia. In verità era super ansioso, volevo vincere e mostrare tutto quello che potevo dare per la squadra croata. E’ stata la migliore esperienza di tutto il torneo e sono molto contento per i risultati».

«La tappa più importante della mia carriera – sottolinea l’interno del Bbc – è stata quando ho firmato con gli Anaheim Angels: sono rimasto per 5 anni con loro nelle leghe minori (prima in Dominican Summer League, poi in Arizona). Ho giocato anche in Venezuela con i Bravos di Margarita. Sono grato però al Karlovac, che mi ha aperto una nuova strada, permettendomi di giocare con la nazionale della Croazia e adesso con Grosseto»

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati