Skip to content

Covid, scendono i contagi, 58 i ricoverati

50 sono i letti occupati in malattie infettive, 8 in rianimazione, nella giornata di oggi. Tasso di positività in calo
Infermieri al lavoro su un paziente covid
Infermieri al lavoro su un paziente covid

GROSSETO. Per la prima volta da alcune settimane a questa parte i contagi sono in calo, sia nei numeri che nella percentuale sui tamponi effettuati: erano 561 positivi su 2.982 tamponi (tasso di positività 17 per cento) il 13 gennaio, mentre ieri 489 contagi su 3.117 test (tasso di positività 15,6 per cento).

In aumento, invece, i ricoveri in malattie infettive, che questa mattina, 15 gennaio, sono arrivati a 56, poi scesi a 50 nel pomeriggio (alla mezzanotte di ieri si erano fermati a 44, con un paziente in meno anche in rianimazione, dove ne risultano 8), ma con persone in attesa di entrare in reparto.

Il raffronto tra contagi e ricoveri, tuttavia, in questo caso è sfalsato, dato che il report della Asl fotografa la situazione del giorno precedente all’invio, non confrontabile nemmeno con quello della Regione, che invece utilizza i dati della Protezione civile, riferiti alle 12 del giorno stesso.

I guariti ieri erano 441, i positivi in carico all’Asl in aumento a 3.832 e a 1.213 i contatti stretti in quarantena.

I contagi comune per comune

Nel territorio provinciale, i nuovi casi del 14 gennaio sono

  • 171 a Grosseto,
  • 71 a Follonica (22 in più del giorno precedente),
  • 42 a Orbetello (anche qui in aumento di 12 casi),
  • 22 a Monte Argentario,
  • 21 a Massa Marittima,
  • 18 a Scarlino e Gavorrano,
  • 16 a Castel del Piano,
  • 15 a Manciano,
  • 10 a Capalbio e Arcidosso,
  • 9 a Cinigiano,
  • 8 a Castiglione della Pescaia e Roccastrada,
  • 7 a Sorano,
  • 6 a Santa Fiora,
  • a Civitella Paganico, Scansano, Magliano in Toscana e Seggiano,
  • 4 a Pitigliano e Monterotondo Marittimo,
  • 3 a Castell’Azzara,
  • 2 a Montieri e Semproniano,
  • 1 Isola del Giglio e Campagnatico.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati