Skip to content

I vincitori del premio letterario “Città di Grosseto” 2021

Oggi, 9 ottobre, al Teatro degli Industri di Grosseto, la consegna dei riconoscimenti
La premiazione dello scrittore Antonio Fusco
La premiazione dello scrittore Antonio Fusco, vincitore del primo premio per il libro edito

GROSSETO. Giornata conclusiva del premio letterario nazionale Città di Grosseto “Amori sui generis” 2021, oggi 9 ottobre, al Teatro degli Industri a Grosseto. Il concorso di narrativa, racconti e poesia, editi e inediti, organizzato dall’associazione culturale Letteratura e dintorni, in collaborazione con il Comune capoluogo, è giunto alla sua terza edizione, confermando il successo di quelle precedenti nel numero dei partecipanti. Sono stati circa 700, infatti, i concorrenti provenienti da tutta l’Italia e addirittura uno da oltre Manica, che hanno inviato le loro opere. Un superlavoro per i 22 giurati, tra cui scrittori, giornalisti, insegnati, animatori culturali, esperti di letteratura e poesia.

Davanti alla platea delle grandi occasioni, a numero chiuso e posti contingentati nel rispetto delle restrizioni anti-contagio, una emozionatissima Dianora Tinti, scrittrice, giornalista e blogger, presidente della giuria e deus ex machina del premio con la sua associazione “Letteratura e dintorni”, è salita sul palco, dopo che nel 2020 la cerimonia non si era potuta fare a causa della pandemia, per consegnare lei stessa il premio al vincitore della categoria libro edito e per raccontare le novità di questa edizione, tra cui un premio di poesia intitolato a Morbello Vergari, compianto poeta e scrittore, scomparso nel 1989. Sul palco, a condurre la serata, la giornalista Francesca Ciardiello, mentre le letture dei brani delle opere premiate e le motivazioni dei premi sono state affidate agli attori Giacomo Moscato e Irene Paoletti.

L’appuntamento è, dunque, con l‘edizione 2022, la quarta per un premio nazionale che sta riscuotendo tanto successo, perché come in molti sul palco hanno voluto far notare, a partire dalla stessa Dianora Tinit che ha citato Einstein, di amore c’è sempre bisogno, Anzi di amori e magari “sui generis”.

Ecco tutti i vincitori

Sezione Libro edito (narrativa/racconti)

  • 1° classificato Antonio Fusco per “La pietà dell’acqua” (Giunti editore)
  • 2° classificata Helga Schneider per “Bruceranno come ortiche secche” (Oligo editore)
  • 3° classificata Claudia Ryan per “Virginia” (KDP)

Sezione Libro inedito (narrativa/racconti)

  • 1° classificata Antonella Polenta per “Quell’anno in cui le margherite son diventate rosse”
  • 2° classificato Stefano Mariantoni per “Vita natural Durante”
  • 3° classificato Marco Ciampolini per “Le mura fragili”

Sezione Racconto (edito o inedito)

  • 1° classificata Francesca Furnari per “L’epifania di Robin Burrell”
  • 2° classificato Lorenzo Mantiglioni per “I tetti di Belgrado sembrano quelli di Sarajevo”
  • 3° classificato Cristian Lorenzini per “Come spuma sulle onde”

Sezione Libro edito di poesia

  • 1° classificata Laura Leoni per “Luminosa Claustrofobia” (ChiPiùNeArt Edizioni)
  • 2° classificato Roberto Ragazzi per “Di luci e di ombre” (The Writer edizioni)
  • 3° classificata Patrizia Santi per “Coordinate dalla Plaza” (CFR edizioni)

Sezione Poesia singola (edita o inedita)

  • 1° classificato Andrea Improta per “Voltati, che ti amo”
  • 2°classificata Rosanna Spina per “Non è vero, non è vero che si muore”
  • 3° classificato Francesco Palombo per “Passa a salutarmi”

Premio Poesie Morbello,  Sezione dedicata alla memoria di Morbello Vergari

  • 1° classificato Mario Filabozzi per “Dipingendoti Maremma”
  • 2° classificata Luisa Di Francesco per “Echi di spume”
  • 3°classificata Maria Gabriella Conti per “La riva dei pini marittimi”

I premi speciali

Sezione Libro edito (narrativa/racconti)

  • Premio della giuria a Ferdinando Salamino per “Blues per i nati senza un cuore” (Golem Edizioni)
  • Premio della critica a Aldo Parisi per “L’estasi della farfalla” (Helicon edizioni)
  • Premio speciale Letteratura e Dintorni a Gabriella La Rovere per “Francisco – La vita del matto buono dei frati” (Augh! edizioni)
  • Premio speciale Ragazzi a Fabio Leocata per “Gentile come te” (Librì progetti educativi S.r.l.)
  • Premio speciale Racconti a Giovanna Nosarti per “Il gorgoglìo della macchinetta del caffè e altri racconti” (Libeccio edizioni)
  • Premio del presidente a Vittorio Lo Jacono per “Gli Orléans in Sicilia – Il duca d’Aumale, un luminare, Palermo, Terrasini e lo Zucco” (Opificio Ingham)

Sezione Libro inedito (narrativa/racconti)

  • Premio della giuria a Tommaso Badano per “Lettera a Solveig”
  • Premio della critica a Oreste Toma per “La regina della notte”
  • Premio speciale Ragazzi a Maria Giovanna Fele Bai per “La granduchessa e il soldato”
  • Premio del presidente a Azzurra Carbonai e Ambra Gelsomini per “Mia figlia è entrata in comunità”

Sezione Racconto (edito o inedito)

  • Premio della giuria a Paola Bianciardi per “Sete”
  • Premio della critica a Genni De Pas e Donatella Di Martino per “E tutto resta com’è”

Sezione Libro edito di poesia

  • Premio della giuria a Giovanna Vivinetto per “Dove non siamo stati” (Rizzoli)
  • Premio della critica a Massimo De Tommaso per “Viaggiatore senza biglietto” (Youcanprint)
  • Premio del presidente a Roberta Mezzabarba per “Nell’ora incerta prima del mattino” (Universal Book Srl)
  • Premio speciale Letteratura e Dintorni a Franco Casadei per “Donna del mare” (Mediterraneo Editrice)

Sezione Poesia singola (edita o inedita)

  • Premio della giuria a Giuseppe Nori per “Oggi spose”
  • Premio della critica a Giuseppe Raineri per “Al Tramonto”

I premi alla carriera

Per il 2021, i premi alla carriera sono stati attribuiti a Francesca Scopelliti, «per l’impegno profuso a favore della tutela dei diritti civili e umani e per la battaglia garantista contro gli errori giudiziari», si legge nella motivazione; allo scrittore Benedetto Bruni, «per aver saputo trasmettere con i suoi scritti tutta l’intensità e complessità della vita e del mondo rurale dal quale proviene»; al coro dei Madrigalisti di Magliano in Toscana, «per l’intensa attività concertistica in Italia e all’estero e per aver contribuito con passione alla valorizzazione della cultura del nostro territorio».

Ai vincitori delle diverse sezioni e dei premi speciali, si aggiungono 71 Menzioni d’onore, che la giuria ha ritenuto di assegnare per la qualità delle opere presentate, per ciascuna delle singole sezioni.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati