Skip to content

Tre osterie maremmane premiate da Slow Food

La guida 2022 reintroduce le chiocciole. Assegnate a un locale sull’Amiata, uno a Grosseto e uno in Giannella, a Orbetello
Ugo Quattrini, titolare del ristorante Aiuole, a due passi da Arcidosso
Ugo Quattrini, titolare del ristorante Aiuole, a due passi da Arcidosso

GROSSETO. Ci sono tre osterie maremmane fra le chiocciole, le osterie di eccellenza della guida Slow Food.

Il ritorno del massimo riconoscimento alle osterie, la Chiocciola, segna simbolicamente il ritorno alla tanto auspicata normalità. Dopo la sua sospensione nell’edizione dello scorso anno, l’assegnazione delle Chiocciole ai locali che più piacciono e convincono per l’ambiente, la cucina e l’accoglienza in sintonia con Slow Food equivale anche al ritorno sul campo della fitta e capillare rete di più di 200 collaboratori che, durante l’anno dell’uscita, hanno visitato in anonimato tutti i locali inclusi – modalità che definisce l’essenza della guida sin dalla sua prima edizione.

La regione che si aggiudica il maggior numero di Chiocciole è ancora una volta la Campania (23), seguita da Toscana e Piemonte (22) e Puglia ed Emilia Romagna (19) nel totale di 246 Chiocciole in tutta Italia.

Tre osterie maremmane fra le 22 chiocciole toscane

Queste le 22 chiocciole che la guida Slow Food ha assegnato alla Toscana

  • Aiuole – Arcidosso (GR)
  • La Lina – Bagnone (MS)
  • Il Tirabusciò – Bibbiena (AR)
  • Osteria da Mi Pa’  – Capannori (LU)
  • Il Grillo è Buoncantore – Chiusi (SI)
  • La Solita Zuppa – Chiusi (SI)
  • Osteria del Teatro – Cortona (AR)
  • Da Burde – Firenze
  • Il Cibreo Trattoria – Firenze
  • La Burlanda – Fosdinovo (MS)
  • Mangiando Mangiando – Greve in Chianti (FI)
  • Oste Scuro – Braccagni (GR)
  • Il Mecenate – Lucca
  • Da Roberto Taverna in Montisi – Montalcino (SI)
  • Belvedere – Monte San Savino (AR)
  • L’Oste Dispensa – Orbetello (GR)
  • Caveau del Teatro – Pontremoli (MS)
  • La Tana degli Orsi – Pratovecchio Stia (AR)
  • Caciosteria dei Due Ponti – Sambuca Pistoiese (PT)
  • Antico Ristoro Le Colombaie – San Miniato (PI)
  • Il Conte Matto – Trequanda (SI)
  • Buonumore – Viareggio (LU)

L’Aiuole, l’invenzione di Ugo Quattrini

Da Ugo si mangia bene, maremmano o, meglio, amiatino. Ugo incarna l’essenza di un oste per passione che fa dell’accoglienza autentica uno stile personale. Da provare, oltre ai tortelli maremmani col cinghiale, gli gnocchi di ricotta e patate di montagna, zuppa di funghi con nove qualità locali la fagianella ai marroni.

Ristorante Aiuole – Località Aiole – 58031 Arcidosso (GR) – tel: + 39 0564 967300

L’Oste Scuro, la Vinosteria di Braccagni

Una trattoria, è vero, ma qui si fa buona cucina. E si provano anche abbinamenti particolari, senza spendere troppo. Da provare le pappardelle al ragù di Chianina, i pici all’aglione e il brasato al Morellino di Scansano.

L’Oste Scuro, via Malenchini, 38 – 58035 Braccagni (GR) – tel: 0564 324068 – cell 339 8781794

L’Oste Dispensa, in Giannella con i prodotti della laguna

Nel loro bel locale sulla spiaggia della Giannella Stefano e Francesca hanno scelto di proporre soprattutto piatti legati alla produzione della laguna e del mare. L’Oste Dispensa è un ristorante dell’Alleanza tra i cuochi italiani e i Presidi Slow Food, progetto nato nel 2009,che riunisce oltre 300 cuochi di osterie, ristoranti e bistrot determinati a sostenere i Presidi Slow Food e i piccoli produttori locali custodi della biodiversità, impiegandone ogni giorno i prodotti.

L’Oste Dispensa, Strada Provinciale della Giannella, 113, 58015 Giannella (GR) – Tel: 0564 820085

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected