Skip to content

Torna il grande teatro alla Fonderia Leopolda

Dopo uno stop lungo due anni, riprende il 30 novembre la stagione del teatro follonichese
Fabio Troiano in una scena dello spettacolo "Il Dio bambino"
Fabio Troiano in una scena dello spettacolo “Il Dio bambino”

FOLLONICA. Dopo due anni di assenza, il 30 novembre riprendono gli spettacoli al Teatro Fonderia Leopolda di Follonica. L’ottava stagione, a cura di Ad Arte Spettacoli per il Comune di Follonica si annuncia ricca di eventi. Il direttore artistico, Eugenio Allegri, ha messo insieme un cartellone di 8 spettacoli, 4 rappresentazioni per ragazzi e 2 progetti speciali, con la platea al completo, ovvero 400 sedute e quattro posti per disabili. E da quest’anno abbonamenti e i biglietti si acquistano online.

Il primo appuntamento è per martedì 30 novembre con “TarantElla” di e con Milo Scotton, regista e fondatore della scuola di circo Chapitombolo, prodotta dalla Compagnia ArteMakìa di Torino. Lo spettacolo che porta in scena 11 artisti in una continua contaminazione di acrobazie, movimento, teatro, musica dal vivo.

Il 4 dicembre arriva sul palco, in anteprima nazionale, “The Secret Life Of Humans” di David Byrne, un progetto speciale fuori abbonamento che vede alla regia Manfredi Rutelli,  per la produzione di LST Teatro e Zaches Teatro con la collaborazione del Teatro follonichese, realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. L’altro progetto speciale è lo spettacolo “Cenerentola” della compagnia Zaches Teatro, con la regia e la coreografia di Luana Gramegna, cui si lega un’esposizione di bozzetti, disegni e costumi di scena, dal 16 al 21 dicembre, al Casello Idraulico.

Il 12 dicembre è la volta di “Raffaello, il figlio del vento” di Matthias Martelli, accompagnato dalle musiche dal vivo di Matteo Castellan. Lo spettacolo riprende la tradizione del teatro giullaresco e di narrazione, in un viaggio appassionante dentro i capolavori di Raffaello.

Il 18 gennaio 2022, ecco “Eleganzissima” di e con Drusilla Foer, un recital che racconta gli aneddoti tratti dalla vita straordinaria di Madame Foer, vissuta fra l’Italia, Cuba, l’America e l’Europa.

Il 2 febbraio, sale sul palco il comico Natalino Balasso con il suo spettacolo “Balasso fa Ruzante”, mentre dal 9 febbraio, inizia la seconda della stagione con “Il Teatro comico” di Carlo Goldoni, uno spettacolo diretto da Eugenio Allegri, con Giulio Scarpati.

Il 2 marzo,  è in programma “Coppia aperta quasi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame, per la regia di Alessandro Tedeschi, con Chiara Francini e Alessandro Federico. La stagione prosegue, il 12 marzo, con “Macbettu”, di Alessandro Serra, un inedito Macbeth di Shakespeare recitato in sardo e interpretato da soli uomini.

La stagione si chiude il 27 marzo con “Il Dio bambino” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini. Lo spettacolo con Fabio Troiano vede la regia di Giorgio Gallione.

Il calendario prevede inoltre anche il sabato e la domenica a teatro, oltre al magazine Fila Q, realizzato dai ragazzi del Liceo di Follonica.

Gli abbonamenti

Sono previsti due tipi di abbonamenti: uno da 8 spettacoli (1° settore 120 euro, ridotto 104 euro, 2° settore 100 euro, ridotto 80 euro)
 e uno da 4 spettacoli (1° settore 70 euro ridotto  60 euro, 2° settore 56 euro, ridotto 45 euro). Il primo si potrà fare, da martedì 9 a domenica 14 novembre, il secondo, da martedì 16 a domenica 21 novembre, online o all’ufficio informazioni turistiche (Iat), in via Roma 49, a partire dalle 9.30.

L’abbonamento a 4 spettacoli prevede due categorie: la “A” per gli spettacoli “TarantElla”, “Eleganzissima”, “Balasso fa Ruzante” e “Macbettu”; la “B” per “Raffaello il figlio del vento”, “Il teatro comico”, “Coppia aperta quasi spalancata” e “Il Dio bambino”. I ragazzi fino a 18 anni compiuti possono fare un abbonamento speciale a 8 spettacoli nel 2° settore a 52 euro.
 
Le riduzioni sono riservate agli under 25 e agli over 65.

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati