Skip to content

Si schianta contro un muro con un’auto rubata: denunciato – Il video

Aveva un livello di alcol pari a 1,67 g/l e non aveva la patente: era già finito nei guai per aver danneggiato tre vetture e uno scooter
Un'immagine del terribile incidente
Un’immagine del terribile incidente

SCANSANO. Si è schiantato contro un muro mentre si trovava al volante di un’auto rubata, sulla strada tra Scansano e Pancole. la vettura, una Dahiatsu Teros, è andata completamente distrutta nel terribile incidente, ma il giovane che era alla guida, un ragazzo di 23 anni di origini nordafricane che lavora in un ristorante del borgo, per fortuna è rimasto lievemente ferito.

Tutto è successo nella notte tra martedì 19 e mercoledì 20 ottobre, quando i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Grosseto, sono stati chiamati, insieme al personale del 118, da un soccorritore, Jury Terribile, che è stato il primo ad arrivare sul luogo dello schianto.

Quando i militari sono arrivati, hanno però scoperto che quello successo sulla strada tra il borgo del Morellino e Pancole, non era un incidente come tutti gli altri: il ragazzo che era al volante dell’auto, aveva un tasso alcolemico, alla seconda misurazione, di 1,67 grammi per litro e viaggiava senza la patente di guida.

L'auto completamente distrutta
L’auto completamente distrutta

Il giovane era già conosciuto dai carabinieri: qualche giorno fa era stato denunciato per aver danneggiato tre auto e uno scooter dopo aver litigato con i suoi familiari. I militari hanno scoperto che l’auto sulla quale viaggiava il ventitreenne era stata rubata la notte stessa a Scansano, al proprietario di un locale del borgo.

Il ventitreenne è stato accompagnato all’ospedale Misericordia per accertamenti. I carabinieri lo hanno denunciato per guida in stato d’ebbrezza e senza patente e per ricettazione. Sono in corso le indagini dei carabinieri per scoprire se a commettere il furto dell’auto sia stato o meno il giovane, trovato alla guida dell’auto completamente ubriaco.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati