Skip to content

Ucciso dal Covid il pittore Rodolfo Nofri

Il maestro era ricoverato all’ospedale Misericordia: aveva 73 anni. I funerali si terranno in Cattedrale
Rodolfo Nofri con Paolo Pisani
Il pittore Rodolfo Nofri nel salotto di Gusta la notizia con il giornalista Paolo Pisani

GROSSETO. È morto questa notte, venerdì 17 settembre, all’ospedale Misericordia di Grosseto il pittore Rodolfo Nofri. 

Aveva 73 anni e da qualche tempo le sue condizioni di salute erano peggiorate. Era ricoverato nel reparto Covid dell’ospedale da diversi giorni. Non ce l’ha fatta e ora la salma è all’obitorio del Misericordia.  

Figlio di un corniciaio di Istia d’Ombrone, il maestro era conosciutissimo a Grosseto. Valente artista, lo ricorda con affetto Paolo Pisani, giornalista, che lo conosceva fin da ragazzo. «Rodolfo era una persona eclettica – dice – un pittore straordinario che però a Grosseto non ha avuto la fortuna che avrebbe meritato».

Più di una volta era stato ospite nel salotto culturale del giornalista Pisani.

Nel 2019, insieme al pianista Pippo David, aveva messo in piedi un progetto straordinario: dopo aver raccolto più di 200 numeri di telefono di altrettante donne, il maestro e David la sera chiamavano quei numeri, chiedendo di mettere il vivavoce e spegnere la tv. David, al pianoforte, suonava per loro.

Il maestro aveva intitolato quel progetto “Rose per donne”. Perché la musica – aveva raccontato – era un omaggio, era una rosa per tutte le donne.

I funerali di Rodolfo Nofri sono stati fissati per lunedì 20 settembre alle 11 in Cattedrale: la salma sarà accompagnata con il carro funebre della San Lorenzo.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected