Skip to content

A scuola di cucina con il progetto Erasmus

Gli studenti di Gavorrano e Scarlino hanno scambiato esperienze culinarie “a distanza” con i coetanei spagnoli, greci, francesi, sloveni e portoghesi. Il VIDEO
Gli studenti di Gavorrano del progetto erasmus
Gli studenti di Gavorrano e Scarlino alle prese con le “migas”

GAVORRANO. In cucina, virtualmente, con studenti greci, spagnoli, sloveni, francesi e portoghesi per un’irripetibile esperienza tra banchi e “fornelli”. 13 ragazzi delle classi seconda e terza della scuola media di Gavorrano e 14 della classe terza di Scarlino, grazie al progetto Erasmus hanno potuto fare un viaggio – purtroppo virtuale a causa della pandemia – attraverso l’Europa delle piccole scuole, per imparare la lingua inglese e apprendere di più su usi, costumi, abitudini dei loro coetanei, anche attraverso i prodotti enogastronomici tipici.

E infatti l’esperienza, il cui nome completo è “Erasmus+ ‘Creating Employment in Sustainable Tourism as a Source of Wealth for the Community’”, si è conclusa proprio con una lezione di cucina organizzata dalla scuola partner di Almagro, nella regione della Mancia, in Spagna, in occasione della quale i ragazzi hanno raccontato la Maremma attraverso il cibo.

Dunque, gli studenti delle due scuole, che fanno parte dell’Istituto comprensivo “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” di Gavorrano e Scarlino, il 13, 14 e 15 ottobre hanno partecipato a una giornata di mobilità virtuale, scambiandosi informazioni sui prodotti tipici dei rispettivi territori. «Divisi in gruppi misti con i “colleghi”, francesi, greci, italiani di altre scuole, portoghesi, spagnoli e sloveni, hanno collaborato usando la lingua inglese e la piattaforma didattica europea Etwinning per farsi conoscere e per accompagnare i partner nell’esplorazione della Maremma», spiegano le insegnanti del gruppo linguistico inglese-tedesco, Cristiana Montalti, Maria Paola Cucurachi, Aurelia Manai e Silvia Cascinelli.

Seguiti in videoconferenza da un tutor spagnolo, gli studenti di Gavorrano e Scarlino hanno cucinato le “migas”, piatto caratteristico della tavola contadina della Mancia. Dopodiché, in videoconferenza, hanno illustrato le ricette tipiche maremmane e toscane, con una presentazione dal titolo “Tuscany at your table” dove hanno riportato le ricette in inglese, le foto dei piatti e un video dimostrativo su come si fanno le tagliatelle al ragù, con tre studentesse, Marta, Olga e Bianca, alle prese con fornelli, uova e farina. Eccole nel VIDEO

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati