Skip to content

Salvò una nonna con i nipotini, premiato da Mattarella

Mamadou Fall fermò l’aggressore consegnandolo ai carabinieri: l’uomo era uscito con un martello sul pianerottolo dove ferì gravemente la donna. La riconoscenza del sindaco
Mamadou Fall con il sindaco Andrea Benini
Mamadou Fall con il sindaco Andrea Benini

FOLLONICA. Mamadou Fall, 39 anni, dal 2006 è a Follonica e lo scorso luglio rischiò la vita per disarmare un uomo che aveva colpito con un martello una donna di 69 anni che era sul pianerottolo del palazzo dove aveva la sua casa delle vacanze insieme ai suoi nipotini. Uno dei due piccoli fu colpito a una mano, mentre l’altro era riuscito a scappare e a dare l’allarme.

Le grida della donna, che si era poi accasciata in una pozza di sangue, erano state sentite dall’uomo di origini nigeriane che oggi è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Mamadou Fall
Mamadou Fall

«La notizia ci riempie di gioia e orgoglio – dice il sindaco di Follonica Andrea Benini –  La donna che sta proseguendo un lento recupero – e alla quale va il pensiero affettuoso mio e di tutta la nostra città – ha dovuto affrontare insieme ai suoi nipoti, e tutta la sua famiglia, qualcosa di incomprensibilmente doloroso e folle. Mamadou ha compiuto davvero un gesto di straordinario coraggio, con naturalezza; avrebbe potuto affacciarsi , chiudere la porta e decidere di chiamare i carabinieri; invece ha letteralmente messo in pericolo la sua vita per salvare quella di tre innocenti».

Nella nota del Quirinale si legge che Mamadou riceverà il titolo «Per il coraggio e l’altruismo con cui, a proprio rischio, è intervenuto per difendere una donna da una violenta aggressione».

«Come avevo avuto modo di capire quando lo scorso luglio ci siamo incontrati – aggiunge Benini –  Mamadou è una persona molto riservata e di grande modestia, e non ama i riflettori. Il suo gesto, di un’enorme coraggio, merita però riconoscimento e sono certo che questa esposizione non gli sarà di imbarazzo».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected