Skip to content

I ristoratori star dei social. Tre tappe con Ascom

Seggiano, Capalbio, Roccalbegna. Alla scoperta dei sapori tipici della Maremma. Ecco i primi video di presentazione dei piatti
La scottiglia, piatto tipico maremmano
La scottiglia, piatto tipico maremmano. Protagonista della prima tappa

GROSSETO. L’idea di Confcommercio è vincente. Trasformare i ristoratori maremmani in star dei social. Occhio, però, non si parla di Cracco o Cannavacciuolo, o magari di Dario Cecchini, cuochi che sono diventati grandi trasformandosi prima di tutto in comunicatori. Qui si parla dei tanti, tantissimi, ristoratori che, nei meravigliosi paesi della terra più bella del mondo, fanno da mangiare bene, con i prodotti locali, mantenendo viva la tradizione di piatti che hanno fatto, e fanno, la storia della Maremma.

E quindi ecco sua maestà il cinghiale, che in Maremma cucinano in tutti i modi, ecco i tortelli di ricotta e spinaci, e guai se la ricotta non viene da Manciano, Sorano o Roccalbegna, la differenza si sente, ecco l’acquacotta, con l’uovo o senza uovo, il dibattito è apertissimo, ed ecco la scottiglia, piatto un tempo povero, ma ora ricercatissimo, nei locali dell’Amiata e non solo.

Per questo è nato il progetto Smart – Itinerari Enogastronomici della Maremma Grossetana, iniziativa targata Cat Ascom Maremma e Vetrina Toscana – in collaborazione con Camera di Commercio Maremma e Tirreno / Unioncamere Toscana, finalizzata a promuovere ristoranti, botteghe e produzioni di qualità, che esprimono l’identità del territorio, valorizzando la cultura enogastronomica come attrattore turistico.

Il video, la gita, poi il pranzo

«C’è un chiaro intento dietro il nostro nuovo progetto – spiegano da Confcommercio Grosseto – e cioè spingere i ristoratori verso gli strumenti digitali. Il cibo è uno dei soggetti più amati sui social network e questi ultimi sono ormai diventati dei canali quasi imprescindibili per la comunicazione del settore food, così come sono degli ottimi strumenti di marketing per i pubblici esercizi in genere».

Coinvolgendo le guide di Confcommercio e i ristoratori sono nate così tre giornate (17, 24 e 31 ottobre, 3 domeniche) che uniranno una visita guidata al borgo e un pranzo, nel ristorante scelto per l’occasione. Promosso, da Confcommercio, con il video autoprodotto pubblicato sulla pagina Facebook di Confcommercio Grosseto. Sarà occasione per gustare il piatto tipico del posto. E MaremmaOggi racconterà la giornata, magari anche una ricetta da provare a fare in casa.

Tre appuntamenti. Seggiano, poi Capalbio e Roccalbegna

  • Domenica 17 ottobre visita a Seggiano. Ispirata al piatto tipico della “scottiglia”, i partecipanti conosceranno la preziosa “olivastra seggianese”, assaggeranno a pranzo la scottiglia ed altre tipicità, per poi proseguire la visita del territorio nel pomeriggio. La visita guidata sarà a cura del presidente Confguide Fabiola Favilli e la giornata è comprensiva di pranzo al ristorante. Appuntamento alle ore 10 in piazza Umberto I.

Il ristorante scelto è La Scottiglia, a Pescina di Seggiano. Che ha prodotto questo video.

  • Domenica 24 ottobre visita a Capalbio. La guida Francesco Di Murro condurrà i presenti alla scoperta della città romana di Cosa, costruita dall’esercito romano nel 273 a.C. Insieme ammireremo le imponenti mura, il foro romano e l’acropoli. Proseguimento a Capalbio per il pranzo al ristorante. A seguire, è in programma la visita del paese medievale, e per finire tappa obbligatoria alla tomba del più famoso brigante maremmano: il leggendario Tiburzi.

Il ristorante scelto è Il Frantoio, all’ingresso del borgo. Che ha prodotto questo video.

  • Domenica 31 ottobre visita a Roccalbegna, con la guida Elena Innocenti. A Roccalbegna visita del borgo medievale e della chiesa parrocchiale che conserva una preziosa tavola di Ambrogio Lorenzetti. Dopo il pranzo al ristorante, il pomeriggio trasferimento a Rocchette di Fazio, piccolo gioiello di architettura medievale, forse avamposto dell’ordine dei Templari. Appuntamento alle ore 10 nella piazza di fronte alla parrocchia di San Pietro e Paolo a Roccalbegna.

Il ristorante scelto è Lo Stollo, in località Santa Caterina. Che ha prodotto questo video.

 

Sempre informato con Maremma Oggi – Iscriviti ai canali Telegram e YouTube

Vuoi ricevere la nostra newsletter con le notizie principali? Clicca qui e iscriviti

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati