Skip to content

Da Rispescia la musica per le feste in tutto il mondo

Una fucina della techno a quattro passi da Grosseto. Da un piccolo studio denso di musica e tecnologia, ricevono ascoltatori da tutto il mondo
Logo Techno Lab on-air
di Federico Catocci
RISPESCIA. Da settembre 2019 live streaming con musica di tendenza, poi un ritorno sempre maggiore. Il boom durante la pandemia, la Rai a casa, ora tanti gadget e nuove idee.
Logo Techno Lab on-air
Logo Techno Lab on-air
Tutto questo è Techno Lab on-air, l’idea di Andrea Moscadelli e Patricia Fornasiero, che trasmettono musica di tendenza principalmente in dirette web nella loro pagina Facebook da una regia-studio ricavata dentro una stanza della loro casa. Il progetto ha davvero preso il volo, con a seguito una “Family” sempre più agguerrita.

Tutto parte sempre da lontano

Andrea già all’età di 13 anni era dentro le radio locali che si sono avvicendate a Grosseto, a 14 pur di andare nelle discoteche a fare musica, si faceva accompagnare. Ha frequentato i locali di Marina, la Sala Eden di Grosseto e molti altri locali in centri minori della provincia di Grosseto. Con altre discoteche consorziate creò l’Euforia Group, tramite il quale fece conoscere la musica techno di tendenza, non commerciale. Presero in mano il Bellabimba ad Albinia dove facevano i fuoriorario, riscuotendo successo, lavorando con Dj affermati. Iniziò poi a girare un po’ l’Italia scegliendo di andare nel Regno Unito nel 1994, il Paese che più lo attraeva dal punto di vista della musica che gli piaceva passare nelle discoteche, e dove c’era più possibilità di lavoro. Dopo 5 anni, torna in Italia, ma il percorso intrapreso e lasciato, non era più percorribile, inizia a fare altri lavori, adesso è responsabile tecnico in una azienda della filiera alberghiera, ma la passione è rimasta.
Patricia Fornasiero e Andrea Moscadelli
Patricia Fornasiero e Andrea Moscadelli
Con Patricia, si conoscevano da anni, e dall’estate 2019 convivono. Anche alla determinazione di lei si deve la fondazione di Techno Lab on air, evoluzione online della passione di Andrea. Patricia racconta «Il Lab è nato soprattutto come hobby, poi è esploso nel lockdown, quando tutti eravamo chiusi e noi trasmettevamo online. Dapprima iniziammo con i sabati, poi ci siamo proposti di fare trasmissioni anche in altri giorni. Tanta gente ha iniziato a scriverci per far parte della pagina, molti tipi di dj. Il gruppo delle persone che hanno contribuito e che e si alternano all’interno della pagina è diventato la “Family”, gli ho dato io questo nome, ed è divenuto virale. Poi sono arrivati i gadget, ci hanno inziato a  richiedere le magliette col nostro logo. Da un passatempo la cosa si è fatta sempre più seria. Non passiamo pubblicità per adesso, nonostante diverse richieste, il tag collettivo è la nostra forza, la family è il nostro motore. Dopo 2 anni, ci sono persone che se non ci vedono in diretta, ci contattano per sapere che fine abbiamo fatto!».
I membri della Family nei mesi sono aumentati, sulla pagina sono visibili anche le loro dirette, oltre a Andrea e Patricia ci sono Luca Regoli, Roberto Mega, Luca De Pace, Alice Maruccelli, Frenk Olan, Andrea Romiti, Matteo Montanari, Paolo Santelli e Serena Trenti.
Andrea Moscadelli e Patricia Fornasiero nello studio-regia
Andrea Moscadelli e Patricia Fornasiero nello studio-regia
Andrea continua: «Seguivamo e seguiamo tutt’ora Massimo Pazzaglini, che ha molti iscritti sulla sua pagina facebook, lui ci dette l’idea: perché non trasmettere in streaming nei locali? Così ci siamo dotati di tecnologie per trasmettere anche a Smart TV, anche per feste private che possono andare in contemporanea con le nostre dirette. Mentre noi facciamo la diretta, chi ha commissionato la festa, può avere la musica che vuole. Un’idea che ho depositato con brevetto. Abbiamo investito soldi per proiettarci verso il futuro, senza sostanzialmente muoverci da casa».

Il coinvolgimento ha fatto la differenza

 

Patricia Fornasiero e Andrea Moscadelli nello studio-regia
Patricia Fornasiero e Andrea Moscadelli nello studio-regia

Finora gli appuntamenti principali tenuti insieme a Patricia sono quelli del mercoledì e del sabato specifica Andrea: «Il mercoledì presento soprattutto musica nuova, dal Regno unito arrivano etichette di libero utilizzo che ritrasmetto solitamente questo giorno. Il sabato sera invece con il forte aiuto di Patricia che mi fa sempre da speaker, facciamo una trasmissione con più inserimenti di musica che ha fatto la storia, dove solitamente coinvolgiamo anche di più il pubblico. Una cosa che ci sta dando sempre più soddisfazione e che ha aiutato a farci conoscere, a farci sentire importanti. Per l’ultimo dell’anno abbiamo fatto una diretta partita dalle 17,30 e durata fino alle 4 di mattina, abbiamo raggiunto oltre 100.000 visualizzazioni, per noi davvero un onore. La nostra presenza online è stata spesso riconoscibile e richiesta, ad esempio abbiamo interrotto le trasmissioni, da giugno a settembre per via della stagione estiva, e quando abbiamo ripreso, c’erano persone che ci attendevano. Il successo maturato durante il lockdown evidentemente è maturato, non ce lo aspettavamo, e ci ha portato bene. Abbiamo ospitato anche una squadra della Rai a fare riprese e intervistarci, interessati sul nostro progetto».

Già proiettati nel futuro

L’idea, messa a brevetto di poter trasmettere in tutto il mondo rispettando anche gli orari locali, su smart tv o altri dispositivi, è solo una parte del futuro che Techno lab on-air ha accolto tra le sue quattro mura. In cantiere c’è un progetto per l’acquisto di una tensostruttura 12×6 metri da far noleggiare come luogo della festa, per portare la diretta a casa degli interessati, con l’attrezzatura per l’amplificazione e la possibilità di far fare il DJ a chi si vuole cimentare nella pratica. A breve, sarà arrivo anche una bibita energetica con il loro logo.

Una vera fucina della techno a quattro passi da Grosseto. Da un piccolo studio denso di musica e tecnologia, con le loro dirette ricevono ascoltatori da tutta Europa, dall’America latina, veramente da tutto il mondo. Quello che hanno messo in piedi Andrea e Patricia è fruibile da tutti e sanno benissimo quanto bene hanno lavorato. Il loro entusiasmo sul futuro lascia immaginare che saranno tra i primi attori, non solo sulla scena nazionale, a beneficiare della rivoluzione (che loro stessi hanno contribuito a imbastire) nel settore della musica e degli eventi.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati