Skip to content

Il pianista della Concordia si racconta alla Rai

Alex Brandini con Valentina Bisti a dieci anni dal naufragio al Giglio: «Cantavo la sera dei miracoli. Salvarsi è stato un miracolo».
Alex Brandini e Valentina Nisti durante l'intervista alla Rai
Alex Brandini e Valentina Bisti durante l’intervista alla Rai

GROSSETO. C’era anche lui, quel venerdì 13 gennaio del 2012, a bordo della Concordia. Quando ci fu l’impatto con lo scoglio stava suonando “La sera dei miracoli” di Lucio Dalla. Alessandro Brandini fa il pianista e ha lavorato sulle navi da crociera dal 1996 fino al 2014: «Dopo il naufragio dovevo in qualche modo esorcizzare la cosa e salii sulla nave gemella, stessa cabina, stesso palco. Poi ho fatto la scelta di lavorare altrove». Da allora fa il pianista a Riva del Sole, a Castiglione della Pescaia.

Molto tempo dopo, a poche settimane dal decimo anniversario del naufragio, Alex è tornato a parlare della Concordia. E l’occasione è stata la visita della Rai, con la bravissima giornalista Valentina Bisti, una grande amica di Isola del Giglio. Una lunga intervista, anche con brani musicali, che andrà in onda a ridosso dell’anniversario.

«Di quella sera ricordo le urla, il panico della gente. Ricordo un bambino che riuscii a portare in salvo ed ha ritrovato la sua famiglia. Fu davvero un miracolo salvarsi. Peccato che non sia andata così bene al mio collega Giuseppe Girolamo che lasciò il suo posto su una scialuppa e quel gesto di altruismo gli fu fatale».

A Valentina Bisti Alex ha regalato il libro “Le voci della Concordia”, scritto da Angela Cipriano e dal direttore di MaremmaOggi, Guido Fiorini.

Alex Brandini e Valentina Bisti con il libro Le voci della Concordia
Alex Brandini e Valentina Bisti con il libro Le voci della Concordia

 

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati