Skip to content

Pd: «La nostra lista rappresenta la città»

I democratici invitano i cittadini a fermarsi al gazebo per conoscere i candidati e scoprire tutti i punti del loro programma
I candidati del Pd davanti al gazebo
I candidati della lista del Pd davanti al gazebo

GROSSETO.  È stato un lavoro che loro stessi definiscono «importante e significativo», quello fatto per presentare la lista del Pd alle prossime elezioni comunali. E da questo lavoro, quello che ne è nata, è una lista giovane, con esperienza, rispettosa della parità di genere, inclusiva, aperta, che vuole rappresentare la Grosseto che l’Unione comunale del Pd ha sempre immaginato.

«In un periodo di generalizzata disaffezione dalla politica il Pd ha presentato una lista di candidati al consiglio comunale fortemente rappresentativa della città e delle sue complessità, una lista non autoreferenziale che coinvolge anche non iscritti al Pd ma che si riconoscono nei suoi valori – scrivono dall’Unione comunale –  Che rappresenta un territorio comunale vasto: ogni frazione ha il suo candidato che diventerà un punto di riferimento per quella realtà. Ci presentiamo alla città rappresentando il mondo del lavoro (ci sono 7 professionisti e 9 dipendenti), candidando studenti, lavoratori al primo impiego e commercianti per mostrare la nostra vicinanza ad una categoria fortemente penalizzata dalla pandemia».

Inoltre, l’Unione comunale sottolinea che la lista ha praticamente raggiunto parità di genere «che per noi non è un obbligo normativo ma un valore».

Quella del Pd si presenta quindi come una lista plurale e inclusiva che rappresenta anche chi vive da tempo a Grosseto proveniendo da fuori città. «La nostra è da sempre una città accogliente e vogliamo voltar pagina con chi, negli ultimi 5 anni ha cercato di alzare muri e steccati – dicono all’Unione comunale – È un impegno di apertura alla città che si sta concretizzando nella presenza dei nostri candidati in città e al gazebo. Il nostro gazebo, attivo dalla presentazione delle liste, è un momento importante di incontro e discussione, i dibattiti, trasmessi anche on line stanno riscuotendo un discreto successo mostrando la voglia di partecipazione e discussione. Non vogliamo candidati bandiera ma vogliamo candidati che si impegnino per i problemi della città e che lavorino per essa. Invitiamo quindi tutti a partecipare ai nostri momenti di discussione in queste due settimane che mancano al voto, con la consapevolezza che il nostro impegno per la città è solo all’inizio».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati