Skip to content

Passalacqua, premio alla carriera alla “Lady della boxe”

Il riconoscimento sarà consegnato durante la finalissima della Coppa Passalacqua a Rosanna Conti Cavini
Rosanna Conti Cavini sul ring insieme al marito Umberto
Rosanna Conti Cavini sul ring insieme al marito Umberto

GROSSETO. Il comitato organizzatore, con voto unanime, ha assegnato il premio Panathlon alla carriera alla promoter Rosanna Conti Cavini «per aver portato il nome di Grosseto nel mondo insieme al marito Umberto».

Il riconoscimento le sarà consegnato la sera della finalissima (giovedì 30 settembre) da Franco Rossi presidente dell’associazione. Rosanna Conti Cavini è la “Lady della boxe” per antonomasia, e ha occupato anche incarichi di rilievo a livello di Federazione pugilistica italiana e nella Lega Pugilato.

Tutto ebbe inizio il 7 agosto 1981. Sulla pista Giardino di Marina di Grosseto, Rosanna Conti Cavini, da pochi mesi in possesso del patentino rilasciato dalla Fpi, esordì, insieme all’inseparabile marito Umberto Cavini, scomparso nel febbraio 2015, un’avventura che l’ha portata a lavorare al fianco di leggendari personaggi della “noble art”.

Durante quarant’anni di attività ha preparato oltre 500 riunioni comprese una decina con una cintura mondiale in palio a partire da quello del 1990 in via Austria e quello femminile vinto da Emanuela Pantani, distinguendosi per competenza, professionalità ed eleganza. Nella scuderia grossetana, che iniziò con Alessandro Scapecchi sono passati fior di campioni, che hanno reso l’organizzazione grossetana un’eccellenza in campo nazionale e internazionale.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati