Skip to content

Coppa Passalacqua: FolGav inarrestabile

L'assessore Fabrizio Rossi tira il primo calcio del torneo (foto Giacomo Aprili)

Follonicagavorrano – Braccagni 5-0 (2-0)

FOLLONICAGAVORRANO: Iole, Allaki (1′ st Chelli), Antonini (19′ st Cioni), Hasa, Martelli, Nelli (25′ st Mancinelli), Pagnini, Ferri (19′ st Cappellini), Fioretti, Carpentiero (37′ Haxhini), Ramazzotti. A disposizione: Barbanera, Capitani, Gesi. Allenatore: Marco Cacitti.

BRACCAGNI: Cusi, Dinca, Callai, Bigoni, Stoppini (34′ st Taddei), Balestri (26′ st Zenobi), Cappelli (31′ Attilio), Guazzi (5′ st Lombardi), Perini, Riello, Cencioni (31′ st Salomone). Allenatore: Luciano Frati.

ARBITRO: Argenti (assistenti: Lampedusa e Ginanneschi).

RETI: 14′ Ramazzotti, 37′ Antonini, 8′ st Hasa, 24′ st Hasa, 36′ st Ramazzotti.

NOTE: ammoniti Allaki, Antonini, Stoppini, Zenobi. Calci d’angolo: 4-0 per il Follonicagavorrano. Recupero: 2′ + 0′. Prima del calco d’inizio è stato osservato 1′ di silenzio per la scomparsa di Lamberto Pazzi.

GROSSETO – L’esordio della 46ª coppa Passalacqua trascorre tra l’emozione del ritorno alla normalità, il nodo in gola per il ricordo di Lamberto Pazzi alla presenza di sua figlia Sonia, il simbolico calcio d’inizio dell’assessore allo sport Fabrizio Rossi, la targa donata dal presidente del Panathlon Franco Rossi, poi diventa partita reale guidata e vinta dal Follonicagavorrano (5-0) sul Braccagni.

I ragazzi di Cacitti impiegano 14′ per costruire il gol del vantaggio duranti i quali quelli di Frati cercano di nascondere la differenza tecnica, e soprattutto di preparazione fisica, con grande impegno e velocità: Ramazzotti raccoglie un servizio rasoterra in area scaraventandolo in porta con potenza e precisione. Le maglie verdi reagiscono riuscendo a mettere Perini davanti a Iole reattivo e bravo a sventare la minaccia in uscita a terra (18′).

Alla mezz’ora Ramazzotti sciupa la palla del raddoppio da ottima posizione. Il Braccagni cala l’intensità della corsa, il Follonicagavorrano prende possesso del terreno. Al 37′ Antonini, largo sulla sinistra, confeziona un cross, Cusi, ingannato dalla traiettoria o abbagliato dai fari, vede la palla in fondo al sacco. La ripresa è tutta nella doppietta di Hasa, prima con un’azione personale (8′) quindi con un diagonale perfetto (24′), la fuga di Perini conclusa con un tiro debole 21′), infine la quinta rete (36′) firmata ancora da Ramazzotti.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected