Skip to content

In arrivo il nuovo direttore dell’anatomia patologica

La commissione esaminatrice del concorso indetto in aprile ha pubblicato la relazione con i primi tre classificati. Manca solo la ratifica del direttore generale
L'ospedale di Grosseto
L’ospedale di Grosseto

GROSSETO. Questione di giorni e l’anatomia patologica dell’ospedale di Grosseto avrà il nuovo direttore. L’Estar, l’ente di supporto tecnico amministrativo del sistema sanitario toscano, infatti, ha appena concluso le procedure della selezione indetta ad aprile 2021, subito dopo il pensionamento di Armando Rossi, storico direttore del laboratorio grossetano, in congedo da marzo.

La notizia circola già da qualche giorno ed è delle più attese, data la cronica carenza di personale medico e tecnico della struttura, nell’occhio del ciclone per i tempi di consegna dei referti istologici, e la necessità di dotarla quanto prima della figura di vertice. Il nome sarebbe quello del dottor Nicola Libertà Decarli, vincitore della selezione su 7 candidati, come risulta dalla relazione della commissione esaminatrice, pubblicata il 2 novembre

Nicola Decarli
Nicola Decarli

È lui il professionista con il punteggio più alto conseguito sommando curriculum vitae e colloquio, seguito dal dottor Albino Eccher e dal dotto Maurizio Costantini Caroli. Dunque, a breve, dovrebbe essere nominato. Il condizionale tuttavia è d’obbligo, poiché manca ancora l’atto conclusivo del direttore generale, che come prevede la legge, sceglie il professionista che ritiene più idoneo tra i primi tre della graduatoria, ma non necessariamente il primo. Ovviamente di solito viene incaricato il professionista con il punteggio più alto, ma i dg possono optare anche per il secondo e il terzo, se suffragati da adeguate e documentate motivazioni. 

A breve non sarà più così, poiché il disegno di legge annuale sul mercato e la concorrenza appena licenziato dal  Consiglio dei ministri, contiene una norma secondo la quale il dg dovrà obbligatoriamente nominare direttore di struttura complessa il candidato con il punteggio più alto.

Nel caso di Grosseto, tutto lascia intendere che il dg sceglierà il primo e, ad oggi, manca solo la delibera per assegnare l’incarico quinquennale a Nicola Decarli, professionista molto stimato, con molta esperienza conseguita lavorando in diversi ospedali della Toscana e fuori regione, attualmente dipendente della Asl Centro, per la quale lavora all’anatomia patologica dell’ospedale Torregalli.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati