Skip to content

Dalla Massoneria 100 pacchi per le Querce di Mamre

In occasione delle festività solstiziali di fine anno, le Logge grossetane della Gran Loggia d’Italia di rito scozzese devolvono in solidarietà quanto raccolto
Le volontarie delle Querce di Mamre al lavoro per preparare i pacchi

GROSSETO. Dalla Massoneria pacchi per 100 famiglie bisognose. Come è loro tradizione, in occasione delle festività solstiziali di fine anno, le Logge grossetane della Gran Loggia d’Italia di rito scozzese devolvono in solidarietà quanto raccolto, a questo scopo, nel corso dell’anno.

Con questo fine in occasione del solstizio del 2021 è stato deciso di far avere all’associazione “Le Querce di Mamre Onlus” beni alimentari primari acquistati al Supermercato MD di via Aurelia Nord 52 di Grosseto da distribuire alle famiglie bisognose della nostra città assistite dall’associazione .

Un’associazione da 15 anni a sostegno dei bisognosi

L’associazione “Le Querce di Mamre Onlus” opera a Grosseto dal marzo del 2006 nelle situazioni di disagio sociale e indigenza economica con l’intento di favorire la promozione della persona ed il sostegno nei processi di crescita e inclusione.

L’associazione è stata costituita da un gruppo di persone già impegnate in attività di volontariato e attualmente distribuisce pacchi alimentari ad almeno cento famiglie della città.

Si occupa anche di dare sostegno ai senza dimora e a persone sensibili al fenomeno della grave emarginazione, ed ha attivato un centro di accoglienza notturna  che è stato reso possibile grazie alla disponibilità della parrocchia del Cottolengo che ha sistemato ed attrezzato un piccolo locale all’interno della canonica.

LE QUERCE DI MAMRE – LA PREPARAZIONE DEI PACCHI

Le Querce di Mamre Onlus è socia dell’associazione l’Altra Città, è iscritta al registro provinciale delle associazioni di volontariato (det. n. 1469 del 23/04/07)  ed è riconosciuta come onlus.

La missione associativa trova fondamento nella volontà di recuperare il contributo critico della persona al fine di affrancarla dalla condizione di disagio in cui vive attraverso una relazione d’aiuto.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati