Skip to content

I madrigalisti fanno festa: inaugurata la sede – IL VIDEO

Acclamati in tutto il mondo e specializzati nella musica sacra, in piazza dei frantoi il taglio del nastro. Il ricordo commosso dell’assessore Cellini
Il sindaco Diego Cinelli con il coro dei Madrigalisti
Il sindaco Diego Cinelli con il coro dei Madrigalisti davanti alla sede ristrutturata

MAGLIANO IN TOSCANA. I madrigalisti di Magliano hanno fatto festa grande oggi. È stata inaugurata la ristrutturata sede del coro. Un luogo che diventa oggi più accogliente e adeguato per ospitare una delle eccellenze del territorio.

All’inaugurazione della sede di piazza dei Frantoi, insieme al sindaco Diego Cinelli, hanno partecipato la presidente dei Madrigalisti Alessandra Baffetti e il maestro Walter Marzilli.

«È stato un lavoro atteso e che va a dare sostegno ad una delle associazioni più importanti del territorio – ha detto Diego Cinelli – Il lavoro di ristrutturazione ha previsto la realizzazione del controsoffitto con la nuova illuminazione e dell’impianto di climatizzazione che renderà fruibile la sede anche nel periodo estivo. Con questo intervento l’amministrazione intende dimostrare ulteriormente la vicinanza al mondo associativo».

Il sindaco con il coro
Il sindaco con il coro

Il sindaco Cinelli ha voluto ricordare la figura del compianto assessore Giorgio Cellini che aveva messo la ristrutturazione della sede dei Madrigalisti come uno degli obiettivi del programma. «L’assessore Cellini ci credeva tanto  -ha confermato il Sindaco tra il commosso applauso degli intervenutiTutta la giunta nel momento di mettere a disposizione le risorse è stata compatta nel portare avanti questo progetto su cui Giorgio aveva creduto».

Il coro dei maglianesi

I Madrigalisti di Magliano in Toscana sono nati nel 1974 e svolgono un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Il repertorio va dal Canto Gregoriano alla Musica Sacra contemporanea, passando con particolare attenzione filologica attraverso il XVI secolo. Hanno collaborato con l’Accademia Chigiana di Siena e la televisione pubblica (Rai 1, Rai 2, Rai 3).

Il taglio del nastro
Il taglio del nastro

I maggiori riconoscimenti ottenuti:

  • Primo premio al Concorso Nazionale Polifonico di Ravenna
  • Primo premio al Concorso Nazionale Polifonico “Fides” di Pescara
  • Primo premio al Concorso Nazionale Polifonico dell’Aquila
  • Secondo premio al Concorso Nazionale di Castiglion del Lago
  • Secondo premio al Concorso Internazionale Polifonico “Fides” di Pescara
  • Premio speciale della Giuria al Concorso Internazionale Polifonico di Arezzo.

 

Sono stati l’unico coro italiano invitato al Terzo Simposio Internazionale di Musicologia di Roma, e l’unico coro laico invitato a tenere un concerto nella Basilica Primaziale di Pisa, nella stagione concertistica, insieme alla Cappella Musicale del Duomo di Firenze e al Coro della Cappella Sistina.

Il repertorio è composto da musica sacra o a soggetto religioso:

  1. gregoriana
  2. monodica
  3. rinascimentale
  4. barocca
  5. periodo classico
  6. novecento storico
  7. contemporanea
  8. liturgica

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati