Skip to content

Incidente con l’auto rubata alla famiglia che lo ha accolto

L’uomo si è scontrato con un pullman in via Tripoli: aveva portato via la Fiat Multipla della coppia che stava cercando di aiutarlo
Una pattuglia della polizia municipale

GROSSETO. Ha rubato l’auto intestata alla società della coppia che gli aveva dato la possibilità di fare qualche lavoretto di sistemazione del giardino ed è arrivato in centro dove ieri pomeriggio, in via Tipoli, ha fatto un incidente finendo contro un pullman. Era ubriaco e senza patente quando è stato trovato in stato confusionale dagli agenti della polizia municipale.

L’uomo, un nordafricano di 36 anni, è stato denunciato: non aveva con sé nemmeno il permesso di soggiorno quando è stato fermato dagli uomini della polizia municipale.

Ubriaco al volante

Quando gli agenti della municipale sono arrivati in via Tripoli, l’uomo, risultato poi in stato di ebbrezza, non aveva la patente di guida ed era al volante di un veicolo non assicurato. «Era venuto questa mattina a casa nostra per aiutarmi a sistemare i cani e a pulire il giardino – racconta Serena Arrigucci, che con il marito Gigi Devicienti  avevano accolto il 36enne – in cambio di un pasto caldo. Di solito resto a casa anch’io, ma dovevo andare a Siena e quindi l’ho lasciato da solo».

Quando la donna è tornata la Fiat Multipla intestata alla sua società che era parcheggiata nella strada privata dove vive la coppia, non c’era più. E non c’era nemmeno il 36enne. «Ho visto che erano sparite anche le chiavi dell’auto che tengo nella cassetta della posta alla quale si accede solo dalla proprietà – dice – e la targa prova che invece era nel garage. Ho provato a chiamarlo al cellulare per sapere cosa fosse successo, quando ho scoperto che era successo l’incidente».

Il 36enne ha detto alla donna che era venuto in città per andare a farsi i capelli. Arrigucci, appena capito cosa fosse successo, è andata al comando della polizia municipale a sporgere denuncia.

«Continua senza sosta l’attività della polizia municipale di Grosseto anche in materia di sicurezza stradale – dicono il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla Sicurezza Riccardo Megale – anche in questo caso gli agenti della polizia municipale, guidati dal comandante Pasquini, sono intervenuti tempestivamente e si sono occupati di tutti gli accertamenti del caso, deferendo una persona su più fronti irregolare alla procura».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati