Skip to content

Il Triathlon Grosseto nella storia dell’Ironman 70.3

A Cervia i dieci atleti hanno vinto la classifica per società
Gli atleti del Triathlon Grosseto festeggiano la vittoria con i familiari

GROSSETO. Il Triathlon Grosseto entra nella storia, aggiudicandosi la vittoria nella classifica a squadre nel mezzo Iron Man 70.3 (1,9 km. nuoto in mare, 90 km in bici in solitaria, a 12 metri di distanza dal ciclista che segue, mezza maratona, 21,96 km di corsa) che è andata in scena nello scorso fine settimana a Cervia. La società grossetana presieduta da Riccardo Casini, che è stato anche l’uomo di punta, ha portato al traguardo i dieci atleti che si sono presentati al via, anche se in nove hanno portato punti.

«Un risultato sensazionale – sorride Riccardo Casini – se si pensa che la gara è inserita nel circuito mondiale al via c’erano ben 6.000 atleti, in rappresentanza di 62 nazioni. Abbiamo preso parte ad un evento unico, che nello stesso weekend effettua Ironman (misure doppie rispetto a noi e mezzo Ironman».

«Eravamo partiti per fare un buon risultato – aggiunge Casini – dopo il quinto posto del 2019, ma non pensavamo di lasciarci indietro società di grido e vincere con oltre 1.500 punti di vantaggio. La soddisfazione di aver portato la squadra a punti è grande».

Il Triathlo Grosseto ha infatti chiuso la gara con 15.340 punti, precedendo Triathlon Team Como (13.813), SGM Triathlon (13.348), Podistica Solidarietà Triathlon (13.340), De Ran Clab (13.049), Pro Patria Busto Arsizio (13.014), Team Mohernwirt (12.790), Verona Triathlon (12.757), MTrainingLab (12.248) e Team Spartans (12.243).

«Abbiamo cominciato a capire che stavamo vincendo – sottolinea il presidente grossetano – durante la mezza maratona, che si è svolta in un percorso che prevedeva tre giri da sette chilometri. Durante il tragitto familiari e amici ci davano gli aggiornamenti. Sapevamo di essere una tra le società più numerose, ma c’è da dire che tutti hanno dato veramente il massimo. E devo dire che i nostri accompagnatori sono stati fondamentali per questa impresa: ci hanno supportato e aiutato a moltiplicare gli sforzi. Siamo stati una società, un gruppo unito che ha lavorato per questo bottino di punti».

I dieci moschettieri grossetani che hanno firmato l’exploit a Cervia: Riccardo Casini (1° categoria M3 50-54, 31° assoluto, che ha portato 3.500 punti), Hanna Weinmann (F60-64, 3.486), Guido Petrucci (M55-59), Riccardo Mililotti (M50-54), Michelangelo Biondi (M30-34), Giancarlo Ammalati (M45-49), Marco Biagioni (M30-34), Fabrizio Francioli (M40-44), Aldo Cittadino (M45-49) e Paolo Santi.
«Colgo l’occasione – conclude Casini – per ringraziare i nostri sponsor, che ci hanno permesso di rinnovare l’abbigliamento: Tecnoseal, Ricci di Mare, Veneta Cucine, Pugliese e Benelli, Alessandro Pareti Parrucchiere, La Dolciaria di Alberto Cesaroni».

Per Riccardo Casini, intanto la stagione è tutt’altro che conclusa: il 23 ottobre partirà per una gara Ironman in Portogallo. Ripetere le prove di Cervia vorrebbe guadagnarsi un posto per i Mondiali alle Hawaii. Per Casini è il quarto Ironman in carriera: dopo quelli del 2016 in Austria, 2017 e nel 2018 al Mondiale alle Hawaii.

A Cervia, intanto, Dario Rosini ha fatto il decimo Iroman della carriera.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati