Skip to content

Il Grosseto torna da Lucca per con un meritato 0-0

Il biancorossi con l’ottavo pareggio agganciano la Pistoiese al terzultimo posto
Riccardo Cretella in azione al Porta Elisa di Lucca (foto Noemy Lettieri Us Grosseto 1912)

Lucchese-Grosseto 0-0

LUCCHESE (4-3-1-2): Coletta; Corsinelli, Bachini, Bellich, Nannini (dal 17’ s.t. Visconti); Frigerio, Minala, Picchi (dal 44’ s.t. Picchi);  Belloni (dal 44’ s.t. Gibilterra), Fedato, Semprini (dal 32’ s.t. Nanni). A disp. Cucchietti, Bensaja, Gibilterra, Babbi, Quirini, Yakubiv, Dumbravanu, Lovisa. All. Pagliuca.

GROSSETO (3-5-2): Barosi; Siniega (dal 29’ s.t. Fratini), Ciolli, Salvi; Cretella, Vrdoljak, Serena (dal 23’ s.t. Piccoli), Semeraro (dal 39’ s.t. Gorelli); Moscati (dal 39’ s.t. Ghisolfi), Boccardi (dal 23’ Arras). A disp. Fallani, Scaffidi, Artioli, Tiberi. All. Magrini.

ARBITRO: Fontani di Siena (assistenti Lattanzi di Milano e Tinello di Rovigo). 

NOTE: espulso al 39’ del p.t, il mister della Lucchese Pagliuca per proteste; ammoniti Salvi, Belloni, Vrdoljak, Nannini, Raimo, Semeraro. Angoli 5-2. Rec:  1’+ 5’.

LUCCA. Il Grifone aggancia la Pistoiese al terzultimo posto, portando via un punto (è l’ottavo pareggio della stagione) sul campo di una Lucchese in salute, che puntava a rimanere nella zona playoff e ad allungare la serie positiva e i “cleen sheet”. Impresa firmata a metà per i rossoneri di Pagliuca, che non sono riusciti a creare grossi pericoli alla difesa del Grosseto.

È vero che Coletta non si è mai sporcato le mani in tutta la gara, ma altrettanto ha fatto l’estremo difensore che ha avuto pochissimi brividi e tutti nella prima parte di gara. Nella ripresa il Grosseto, pur provando solo due tiri sbilenchi con Arras è stato un po’ più intraprendente e ha tenuto i rossoneri (che alla fine del primo tempo hanno perso l’allenatore, prima ammonito e poi espulso per proteste) distanti dall’area o almeno neutralizzandoli.

Pochissime le note di cronaca di un match che si è giocato prevalentemente a centrocampo, su un campo pesante, che ha impedito anche delle ripartenze veloci. Al 4’ un tiro di Frigerio, murato dalla difesa,  prende una traiettoria strana e fine di poco sopra la traversa. Al 10’ cross di Fedato pesca Frigerio che in scivolata mette a lato. Al 20’ Cretella cerca un assist dalla destra per Serena ma la palla diventa un tiro che esce di un soffio

al 25’ mette in mezzo ma Barosi è pronto a parare a terra.  Al 26’ Raimo perde l’attimo. Al 40’ pericoloso cross di Belloni per Frigerio. Nella parte finale del primo tempo si è fatta più pressante l’azione dei padroni di casa. Fedato prende il tempo a Siniega, ma mette a lato da due passi..

Al 44’ Corsinelli prova da lontano e Barosi non si fida della presa e preferisce deviare. Nei primi venti minuti della ripresa non succede praticamente niente. 

Al 21’ ci vuole il capitano Ciolli per rendere innocua l’incursione dalla sinistra di Semprini 

Al 22’ facile per Barosi frenare il tiro di Frigerio. Al 26’ il neo entrato Arras si trova tra i piedi una buona ma la spedisce in curva. Al 28’ Corsinelli supera Semeraro, che lo sfiora sulla spalla, e reclama un rigore per un contatto con il terzino biancorosso, ma l’arbitro senese Fontani dice di proseguire.

A sei minuti dalla fine mister Magrini richiama Semeraro e fa fare il debutto stagionale a Matteo Gorelli, uno dei leader dello spogliatoio Gibilterra al 48’ mette i brividi con una punizione dalla destra, ma il gioco viene interrotto per una carica su Barosi. Finisce qui e il Grosseto sale a quattordici punti e dopo finalmente a tenere la porta inviolata.

INTERVISTE – ANDREA CIOLLI

INTERVISTE – MATTEO GORELLI

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati