Skip to content

Il Grosseto diverte ma cede alla capolista Modena (2-1)

Annullato un gol probabilmente regolare a Scaffidi all’inizio secondo tempo
Mario Vrdoljak controlla il centrocampista Fabio Gerli

Modena-Grosseto 2-1

MODENA (4-3-2-1): Gagno; Ciofani, Pergreffi, Baroni, Azzi; Scarsella, Gerli, Armellino (dal 27’ Di Paola); Tremolada (dal 27’ s.t. Ponsi), Minesso (dal 41’ s.t. Maggioni); Ogunseye (dal 10’ s.t. Mosti).  A disp. Narciso, Leonardi, Renzetti, Ingegneri, Rabiu. All. Tesser.

GROSSETO (3-5-2): Barosi; Siniega (dal 32’ s.t. Gorelli), Ciolli, Salvi; Raimo, Serena (dal 32’ s.t. Artioli), Vrdoljak, Cretella (dal 24’ s.t. Ghisolfi), Semeraro; Scaffidi (dal 24’ s.t. Boccardi), De Silvestro (dal 32’ s.t. Arras). A disp. Fallani, Moscati, Verduci, Tiberi. All. Magrini.

ARBITRO: Tremolada di Monza (assistenti Severino di Campobasso e Salama di Ostia; 4° uomo Virgilio di Trapani).

RETI: nel p.t. al 37’ Tremolada; nel s.t. al 30’ Scarsella, 40’ Boccardi (rig.)

NOTE: ammoniti Vrdoljak, Pergreffi. Angoli 5-3. Rec. 0’ +4’.

 

MODENA. Il Grifone perde a testa alta e con una bella prestazione al “Braglia” di Modena, uno stadio dal quale non usciva battuto dal 2012, ma ha fatto comunque un passo avanti rispetto alla deludente prestazione con l’Olbia. I ragazzi di Magrini, spinti da un centrocampo propositivo, hanno mostrato una maggiore vivacità offensiva grazie all’inedita coppia d’attacco De Silvestro-Scaffidi. E prima della fine i grossetani anche trovato il gol su rigore che fatto tremare fino al triplice fischio la capolista. Alla fine il 2-0 a favore dei ragazzi di Attilio Tesser è anche troppo pesante per un Grosseto che ha

Nel primo tempo il Grosseto ha tenuto il campo con autorità di fronte ad una delle capoliste del girone B. I biancorossi hanno rischiato pochissimo e si sono portati spesso nell’area modenese, fino all’improvviso e fortunoso vantaggio locale a otto minuti dalla fine della prima frazione. I ragazzi di Lamberto Magrini hanno anche avuto due buone occasioni per portarsi in vantaggio, prima con tiro di Cretella fino di poco a lato e poi con un cross di De Silvestro, sul quale non è riuscito ad arrivare di un soffio Semeraro.

Nella ripresa Ciolli e compagni sono partiti con il piglio giusto e dopo quattro minuti hanno anche trovato un gol con Scaffidi, annullato per un fuorigioco. Una decisione che farà molto discutere. Il Grosseto ha comunque continuato a giocare e a rendersi pericoloso, anche dopo aver subito la seconda rete, riuscendo in zona Cesarini a riaprire il match con un penalty di Boccardi. L’atteggiamento giusto per cercare di uscire da una situazione sempre più difficile, con la Viterbese che pareggiando contro la Fermana ha spinto  i maremmani all’ultimo posto con 14 punti.

La cronaca. La prima palla gol capita sui piedi di Cretella al 5’: il centrocampista grossetana dalla lunetta lascia partire un gran tiro che esce di un soffio alla destra di Gagno. Al 12’ arriva la replica di Gerli, con un tiro a lato. Al 26’ ci prova Miresso ma Barosi è pronto. Al 27’ la più clamorosa opportunità per i grossetani di passare in vantaggio: De Silvestro si fa spazio nella difesa gialloblù e lascia partire un cross verso il palo alla destra di Gagno, sul quale non arriva il sinistro di Semeraro. Il Grifone è vivo e lotta alla pari con la corazzata modenese, ma al 37’ arriva il vantaggio locale fuga sulla sinistra di Azzi, uno dei migliori in campo, che serve Miresso.

Il tiro viene murato dalla difesa grossetana ma finisce tra i piedi di Luca Tremolada che non fallisce. Una doccia fredda per il Grifone che, dopo un tentativo di Cretella deviato in corner, rischia al 44’ di subire la seconda rete: bella azione di Azzi sulla sinistra e conclusiva piazzata che finisce sul fondo.

Al 4’ della ripresa una dubbia decisione arbitrale nega al Grosseto il pareggio. Cretella crossa da destra, dalla parte opposta arriva Semeraro che mette al centro per Scaffidi che segna di testa. Il secondo assistente alza la bandierina per segnalare il fuorigioco dell’attaccante e l’arbitro annulla. Il Grifone alza il baricentro e mette in difficoltà i locali. Al 9’ Scaffidi viene murato. All’11 chance per il Modena: Azzi serve in area Miresso, ma la difesa libera in angolo.

Al 15’ De Silvestro ruba palla e serve Scaffidi, che mette di poco fuori con un bel tiro. Nell’azione successiva,  Barosi si salva con i piedi sul tiro di Azzi, servito da un bel passaggio di Tremolada.  Al 30’ il Modena raddoppia con un’azione tutto di prima: Azzi serve Mosti, che vede Scarsella in area, che sotto porta non fallisce. Al 33’il Grosseto va vicino al 2-1:  Gorelli serve Salvi di testa, ma il tiro a botta sicura del difensore va a sbattere sulle spalle di Boccardi.

Al 39’ Vrdoljak colpisce di testa ma un difensore respinge sulla linea, ma sul proseguimento dell’azione Gagno va dritto su Salvi: l’arbitro assegna il rigore che Boccardi trasforma spiazzando il portiere emiliano. Al 47’ Arras prova da lontano ma senza fortuna.

Il Grosseto esce tra gli applausi, il Modena porta a dodici le vittorie consecutive. Adesso appuntamento al 9 gennaio in un match che vale una stagione contro la Pistoiese. Per vincerlo servirà una prova come quella di Modena e qualche giocatore in più per dare maggior spessore all’attacco.

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati