Skip to content

Il Grosseto condannato dall’arbitro a Pontedera

I biancorossi si sono visti assegnare un rigore contro, annullare l’1-1 ed espellere un giocatore
Davide Arras, il giocatore più pericoloso per il Grifone (foto Noemy Lettieri – Us Grosseto 1912)

PONTEDERA-GROSSETO 2-0

PONTEDERA (3-4-2-1): Sposito; Matteucci, Espeche, Bakayoko (32’ s.t. Shiba); Perretta, Catanese, Barba (42’ s.t. Marianelli), Milani (32’ s.t. Parodi); Mattioli (22’ s.t. Benericetti),  Benedetti (42’ s.t. Bardini); Magnagni. A disp. Angeletti, Bardini, Marianelli, D’Antonio, Regoli, De Ioannon. All. Ivan Maraia.

GROSSETO (4-3-2-1): Barosi; Raimo, Ciolli, Salvi, Semeraro; Cretella (28’ s.t. Artioli), Fratini (36’ s.t. Verduci), Piccoli (15’ s.t. Vrdoljak); Serena; Dell’Agnello (15’ s.t. Boccardi), Arras (28’ s.t. Moscati). A disp. Di Bonito, Marigosu,  Scaffidi, Siniega, Ghisolfi.  All. Lamberto Magrini.

ARBITRO: Lovison di Padova (assistenti Fratello di Latina e Arena di Roma 1)

RETI: nel p.t. al 10’ Magnaghi, al 43’ Perretta.
NOTE: espulso Serena al 35’ del p.t.; ammoniti Mattioli, Piccoli, Vrdoljak, Espeche, Semeraro. Angoli 6-7. Rec. 0’+3’.

PONTEDERA. L’Us Grosseto non riesce a dare una scossa dalla stagione.

I biancorossi escono battuti dal campo del Pontedera (2-0) al termine di una gara che lascia tanto amaro in bocca al Grifone per tre decisioni arbitrali discutibili, che hanno finito per far cadere la squadra di Lamberto Magrini, che ha disputato un bel primo tempo, prima di rimanere con l’uomo in meno per un’espulsione incomprensibile (forse per proteste) di Filippo Serena al 35’, quando il Grosseto stava rispondendo alle offensive del Pontedera, alla ricerca di una vittoria che mancava dal 3 ottobre e che è stata comunque meritata. Il Grosseto rimane in fondo alla classifica, distante ora cinque punti dai granata di Maraia.

Parte bene il Grosseto dopo appena sessanta secondi crea la prima occasione su un corner battuto da Semeraro, ma il colpo di testa di Piccoli finisce a lato. Al 5’ il cross dalla destra di Mattioli viene raccolto di Benedetti, che di testa impegna Barosi.

All’8’ il direttore di gara Lovison assegna il rigore per un contatto tra Catanese e Ciolli. Il bomber Magnaghi infila la massima punizione alla destra di Barosi e porta in vantaggio i granata.

Al 14’ Arras, servito da Serena, parte dalla sinistra e serve al centro, ma Dell’Agnello viene anticipato.

Al 20’ Arras raccoglie di testa e mette in rete un cross dalla destra di Raimo, ma il guardalinee ravvisa un fallo dell’attaccante su Perretta. Al 23’ Cretella sbuca in mezzo alla mischia sulla punizione di Semeraro ma il colpo di testa finisce fuori. Al 26’ bella combinazione Cretella-Arras in area, con quest’ultimo che lascia partire un diagonale che finisce fuori di un soffio. Al 34’ Espeche arriva per primo su una palla alzata dalla difesa ma mette fuori da buona posizione.

Al 35’ il Grosseto rimane in inferiorità numerica per un cartellino rosso sventolato sotto al naso di Filippo Serena

Il Pontedera cerca subito di approfittare della superiorità numerica portandosi in avanti.

Al 38’ è di Barba un tiro insidioso che manda alto; nell’azione successiva Barosi si supera sul gran tiro di Magnaghi.

Al 43’ il Pontedera radoppia: Perretta trova il varco giusto per battere Barosi con un diagonale dalla destra su un delizioso servizio di Benedetti. Qualche istante prima del fischio arbitrale, Catanese manda alto. Al 5’ della ripresa Semeraro mette sull’esterno della rete. Al 6’ il sinistro di Giacomo Benedetti mette alto. Al 9’ Mattioli spara sul portiere.

Barosi deve smacciare in corner all’11’ un tiro cross velenoso di Perretta. Al 21’ Magnaghi non riesce a correggere in rete un servizio volante di Espeche. Al 24’ Magnaghi sfiora il gol da lontano. Al 31’ il diagonale di Boccardi viene fermato senza problemi da Sposito. Al 38’ Barba trova la soddisfazione personale, ma la difesa rinvia. Il Grosseto chiude con due opportunità finite sull’esterno della rete, prima con una conclusione di Artioli, poi quella di Moscati.

LogoLEGGI ANCHE – La rabbia di mister Magrini: «Ha fatto tutto l’arbitro» 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati