Skip to content

Al FollonicaGavorrano la sgambatella allo Zecchini

Maurizi avanza Ghisolfi come mezzapunta ma i biancorossi non riescono a creare occasioni
Pippo Moscati autore del momentaneo 1-1 (foto Noemy Lettieri – Us Grosseto 1912)

Grosseto-Follonica Gavorrano 1-2

GROSSSETO (3-5-2): Barosi; Gorelli (dall’11’ Siniega), Ciolli, Salvi; Raimo (dal 36’ s.t. Arras), Vrdoljak, Piccoli, Serena (dal 30’ s.t. Ghisolfi), Semeraro; Ghisolfi (dall’11’ s.t. Boccardi), Moscati (dal 19’ s.t. Scaffidi). A disp. Di Bonito, Tiberi, Di Meglio. All. Maurizi

FOLLONICA GAVORRANO (4-3-3): Nannelli; Rosini, Fremura, Dierna, Coccia (32’ s.t. Ampollini); Berardi (dal 1’ s.t. Santapaola), Del Rosso (dal 1’ s.t. Lo Sicco), Arduini; Mugelli (dal 1’ s.t. Sylla), Fontana (dal 37’ s.t. Francavilla), Giustarini (dal 1’ s.t. Liurni). A disp. Barbanera, Martelli, Origlio. All. Bonura.

ARBITRO: Tiberi della Uisp (assistenti Piromalli e Capodimonte).

RETI: nel p.t. al 42’ Giustarini; nel s.t. al 10’ Moscati, al 33’ Lo Sicco.

 

GROSSETO. Anno nuovo, problemi vecchi per il Grifone, che si fa superare dal Follonica Gavorrano  (2-1) nell’allenamento congiunto disputato sabato 8 gennaio allo stadio Carlo Zecchini. I biancorossi, che hanno presentato in panchina l’esordiente Agenore Maurizi, privi di alcuni giocatori risultati positivi al Covid-19, hanno mostrato le solite difficoltà offensive, tanto che il portiere della formazione allenata da Bonura è stato praticamente inattivo e ha subito solo un tiro in porta, quello che ha permesso a Moscati di pareggiare momentaneamente i conti.

I biancorossoblù ospiti sono apparsi in ottima condizione e specialmente nella difesa hanno mostrato buone giocate, grazie agli innesti  degli ultimi acquisti Sylla e Liurni, e dopo aver segnato il gol partita con Lo Sicco, sono andati vicini addirittura la terza rete. Un test comunque importante per il Grosseto, in attesa di poter chiudere qualche affare in uscita per poter dare il via alla campagna di rafforzamento per cercare la salvezza; un obiettivo dichiarato dalla nuova proprietà del presidente Nicola di Matteo, venuta a Grosseto per cercare di salvare la squadra e poi migliorare il rendimento nelle prossime stagioni.

Le lacune attuali del Grosseto sono state ancora una volta quelle offensive, mentre la squadra ha cercato di imbastire qualche azione specialmente sulla sinistra, senza però riuscire ad andare al tiro.  Invariato rispetto alle ultime uscite lo schieramento proposto dal nuovo mister maremmano: un 3-5-3 Matteo Gorelli che si è sistemato al fianco di Andrea Ciolli e Matteo Salvi. In avanti la coppia inedita Moscati Ghisolfi. Nella prima frazione, dopo un tiro di Berardi parato da Barosi, il Grosseto s’è affidato al 16’ e al 21’ al piede di Semeraro per provare a segnare: Gorelli ha colpito di testa alto, Moscati ha messo a lato. Di bella fattura il gol di Giustarini, a tre minuti dalla fine dell’intervallo: gran stop e diagonale imparabile per Barosi.  Nella ripresa al 10’  Moscati, servito dalla sinistra, ha fatto passare la palla sotto le gambe di Nannelli, ma al 33’ la punizione lenta di Lo Sicco s’è infilata alla sinistra di Barosi.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati