Skip to content

Gioco d’azzardo,100 conti intestati con 5 milioni

Decine di questi conti erano intestati ad altri ignari cittadini. In questi conti sono transitati oltre 5 milioni di euro nel corso degli ultimi anni
La Finanza in un punto gioco - maremmaoggi.net
La Finanza in un punto gioco

GROSSETO. Gestiva un centinaio di conti online su piattaforme di gioco d’azzardo, intestati a cittadini ignari. E su questi conti sono transitati circa 5 milioni di euro. L’uomo, un maremmano, è stato denunciato. L’operazione è stata effettuata nell’ambito delle attività di controllo e prevenzione coordinati dal Comando Provinciale di Grosseto

Si tratta di un contesto molto delicato e complesso, anche per i volumi di denaro che circolano e la provenienza alle volte dubbia, nonché per i rischi legati a reati di evasione fiscale/riciclaggio, ma anche frode informatica e finanche sostituzione di persona

Gestiva 100 conti correnti con un volume di 5 milioni

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Grosseto, ha in questo contesto individuato e denunciato un soggetto maremmano che gestiva oltre 100 conti di gioco su diverse piattaforme on-line, decine dei quali intestati ad altri ignari cittadini. In questi conti sono transitati oltre 5 milioni di euro nel corso degli ultimi anni, con connesse violazioni economiche ed antiriciclaggio.

Sul territorio, invece, la Compagnia di Grosseto e le Tenenze di Follonica e Orbetello hanno effettuato controlli presso decine di punti di gioco, verificando la correttezza degli impianti, la corretta registrazione dei dati e dei titolari dei conti, la puntuale osservanza degli adempimenti previsti dalla disciplina antiriciclaggio.

Non sono emerse specifiche irregolarità tuttavia una di queste attività (un negozio per servizi al pubblico), pur in regola per la disciplina del gaming, è stata sanzionata per il mancato rispetto della recente disciplina anticovid, in quanto il dipendente presente era sprovvisto di green pass.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati