Skip to content

La Gea lotta ma cade a Monsummano

Gara coraggiosa e decisa solo nel finale. Vince la squadra di prima divisione, cadono le ragazze

Gioielleria Mancini-Gea Grosseto 69-61

MANCINI MONSUMMANO: Navicelli 15, Maccione 9, Mema 4, Tesi 10, Bellini 5, Soriani 10, Chiti 10, Giusti 6, Mignarelli, Lorenzi. All. Matteoni.

GEA GROSSETO: Battaglini 6, Morgia 11, Ricciarelli 4, Neri 2, Scurti 3, Romboli 12, Simonelli 4, Baccheschi 4, Mari 15. All. Crudeli

ARBITRI:  Favilli di Cecina e Sgherri di Livorno.

PARZIALI:  18-14, 40-36; 56-48.

La Gea Grosseto, nonostante alcune assenze pesanti, esce a testa alta dalla sfida contro l’imbattuto quintetto della Gioielleria Mancini Monsummano (69-61 il risultato). Gli acciacchi hanno tenuto a casa le migliori bocche da fuori del team grossetano, Furi, Roberti e Piccoli (oltre a Bambini e Mazzei), ma i nove giocatori che ha messo a referto il coach Pablo Crudeli hanno dato il massimo, hanno lottato su ogni pallone, mettendo paura alla formazione di casa. E questo alimenta un po’ di rammarico per la conclusione del match.

I biancorossi, cha hanno messo a segno ben nove bombe (tre Mari, due Romboli e Battaglini, una Scurti e Simonelli) sono stati sempre sulla scia dei pistoiesi e hanno praticamente mollato negli ultimi due minuti. La Gea ha chiuso in parità il secondo (22-22) e il quarto periodo (13-13) grazie a tanta grinta e coraggio contro la formazione più in forma del girone C di serie D.

All’inizio del quarto tempo il Grosseto, sul 58-56, ha avuto anche la palla per il pareggio, ma i ciabattini sono riusciti a difendersi e a ripartire verso la vittoria, concludendo con un margine di otto punti.

Un momento della gara di Monsummano

La Gea esce tra gli applausi, con la speranza di poter avere a disposizione l’organico al completo nella delicata sfida di domenica prossima contro la Fides Livorno. Molte comunque le note positive della trasferta: i quaranta minuti da play di Nicolas Battaglini, i primi quattro punti in serie D di Federico Baccheschi, il cucciolo della squadra, il ritorno sotto i tabelloni di Mattia Ricciarelli e i tre giocatori in doppia cifra, gli ultimi a mollare, Mirko Mari, Dario Romboli e Lorenzo Morgia.

Prima Divisione, travolta la Bientinese

Prima divisione, Gea Grosseto-Polisportiva Bientinese 73-42
GEA GROSSETO: Santolamazza, Bassi, Pollazzi 1, Malfanti 2, Scarpino 5, Martens 4, Baffetti 21, Contri 14, Pierozzi 6, Bocchi 5, Burzi 9, Baccheschi 6. All. Santolamazza-Ciolfi.
POL. BIENTINESE: Tognoni 5, Guiducci 2, Guidotti 6, Lupeci 6, Vanni 4, Cagnacci 2, Panicucci, Barnini 2, Gabellieri 1, A. Rizzuti 9, M. Rizzuti 2, Setti 3. All. Badame.
PARZIALI: 22-12, 40-23; 53-32

Inizia con una sonante affermazione a spese della Polisportiva Bientinese (73-42) l’avventura della Gea Basketball nel campionato di Prima Divisione di pallacanestro.

I ragazzi allenati da Marco Santolamazza e Andrea Ciolfi hanno sempre condotto la gara, allargando il divario frazione dopo frazione, andando al primo riposo con dieci lunghezze, chiudendo con 29. Buono il comportamento di tutta la squadra, a partire da Marco Baffetti, miglior realizzatore con 21 punti, e Mattia Contri, che ha chiuso a 14. Per entrambi ci sono state due triple. Il coach Marco Santolamazza ha confermato la rosa che prima della pandemia ha dominato la regular season della Prima divisione. Unico innesto il playmaker piombinese Niccolò Malfanti, classe 1995.

La Gea è stata inserita in un girone che comprende anche Pomarance, Sei Rose Rosignano, San Vincenzo, Piombino Bc e Vico Pisano. Secondo impegno per Santolamazza e compagni giovedì 2 dicembre alle 21 sul parquet del Piombino Bc.

Le ragazze della Gea cadono a Firenze

Baloncesto Firenze-Gea Grosseto 90-42
BALONCESTO: Goracci 9, Giovannini, Ghiribelli 8, Casconi 10, Rossi 3, Fortini 8, Losi 9, Benucci, Trucioni 6, Salib 5, Donadio 21, Diouf 9. All. Scano.
GEA GROSSETO: Nermettini 7, Vallini 12, Moscatelli 3, Bellocchio 5, Perillo 11, Lambardi 2, Di Stano, Simonelli 2. All. Faragli.
ARBITRI: Magazzini di Pontassieve e Cammilli di Empoli.
PARZIALI: 26-19, 47-23; 73-31.

La Gea Basketball Grosseto rimedia un’altra sonora sconfitta sul campo del Baloncesto Firenze (90-42) nella settima giornata del campionato di serie B, ma dopo aver disputato una gara dignitosa, grintosa, nonostante un organico rimaneggiato, con sole otto atlete a referto. Nel primo periodo le ragazze di Luca Faragli hanno lottato testa a testa con la corazzata fiorentina, andando al primo riposo sotto di sette punti. Dall’11’ di gioco il Baloncesto ha cominciato a stringere la difesa, facendo segnare appena quattro punti (segnati da Perillo e Nermettini) alle avversarie nel secondo periodo. Senza storia la ripresa, con la squadra di casa, trascinata da Diletta Donadio, miglior realizzatrice con 21 punti, che è arrivata quasi a cinquanta punti di scarto. In casa Gea si è rivista una buona Teresa Vallini, mentre è apparsa in evidente crescita Miriam Perillo. Segnali importanti per il prosieguo del difficile torneo.

«Ho visto un’altra squadra rispetto alla partita contro il Florence – è stato il commento finale del coach Luca Faragli – almeno le mie ragazze hanno reagito. E’ insomma andata decisamente meglio rispetto alle precedenti uscite: le bimbe non si sono rassegnate, hanno lottato fino alla fine. Hanno tirato, hanno difeso, ma non potevamo fare di più contro una squadra fortissima».

 Teresa Vallini
Teresa Vallini

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati