Skip to content

Follonica sotto l’occhio delle telecamere

La rete comunale di Follonica sarà presto implementata da un nuovo sistema di videosorveglianza all’Ilva, alla Colonia Marina e alla Pinacoteca civica
Il rendering di una delle nuove telecamere

FOLLONICA. La rete comunale di Follonica sarà presto implementata da un nuovo sistema di videosorveglianza che sarà installato nell’Ilva, alla Colonia Marina e nei pressi della Pinacoteca civica. La giunta guidata dal sindaco Andrea Benini ha infatti approvato il progetto redatto dall’ingegnera Sara Ferri della società Netspring che prevede l’ampliamento del sistema esistente con circa altre 20 telecamere che forniranno un supporto tecnologico alle operazioni delle forze dell’ordine, per una spesa di circa 70 mila euro.

L’obiettivo è ovviamente quello di sorvegliare in presa diretta quelle zone che di volta in volta possono presentare particolari elementi di criticità.

20 telecamere per aiutare le forze dell’ordine

Il progetto sarà realizzato via via nel tempo, sulla base delle necessità che emergeranno, e contribuirà a fornire, tramite le registrazioni, un utile strumento alle indagini delle forze dell’ordine.

Alla base del progetto c’è l’analisi condotta dalle forze dell’ordine sul manifestarsi delle azioni criminose a Follonica: da lì sono state individuate le aree sensibili, analizzate le caratteristiche dei sistemi di videosorveglianza e, quindi, è stato possibile definire i parametri di idoneità della nuova infrastruttura.

Il rendering di una seconda telecamera

«Con questo nuovo progetto abbiamo voluto coprire quelle zone che ad oggi erano rimaste scoperte dalla rete di videosorveglianza del nostro Comune – dice il sindaco di Follonica Andrea Benini – Ci siamo quindi rivolti alle forze dell’ordine e alla società Netspring per realizzare un piano specifico. Siamo consapevoli che la video sorveglianza non possa risolvere del tutto i problemi legati alla criminalità cittadina ma senza dubbio può essere d’aiuto».

«Il progetto adesso è pronto –  commenta il vicesindaco Andrea Pecorini – Dovremo adesso trovare le risorse necessarie alla realizzazione del progetto, per il quale dobbiamo ringraziare NetSpring, le forze dell’ordine che hanno svolto lo studio sul quale si è basato il progetto e il comandante della Municipale Luciano Bartoli in qualità di responsabile della video sorveglianza del Comune di Follonica».

Telecamere, ecco dove sono

Le telecamere saranno posizionate su via Bicocchi, nei pressi del cancello in ghisa, nella piazzetta interna al cancello e di fronte agli uffici comunali. Saranno poi sorvegliate la scuola media e la biblioteca della Ghisa e non mancheranno sistemi di videosorveglianza all’ingresso posteriore del parco dell’Ilva, al museo Magma e al Teatro Fonderia Leopolda. Inoltre saranno coperte anche la Fonderia Uno e i parcheggi. Infine, tre telecamere saranno posizionate anche a sorveglianza della Colonia Marina, della Pinacoteca e di piazza Guerrazzi.

Secondo il progetto redatto da Netspring, saranno necessarie telecamere di alta qualità, che consentano l’acquisizione di immagini in alta definizione, nitide e ben definite, sia diurne che notturne. Le apparecchiature impiegate per la realizzazione della rete saranno montate sulla copertura di edifici comunali o di pali installati su siti di proprietà del Comune.

Il comando della polizia municipale ospiterà il centro unico di controllo e gestione del sistema di videosorveglianza e dei flussi video, monitoraggio, elaborazione e conservazione per un tempo limitato alle finalità dell’Amministrazione e nel rispetto degli attuali vincoli posti dalla legge.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected