Skip to content

Piazza piena per la Meloni: «Vincere al primo turno»

La leader di Fratelli d’Italia attacca 5 Stelle e Pd: «A Siena Letta si candida senza il simbolo, se ne vergogna anche lui»

GROSSETO. Tanta gente in piazza Dante per Giorgia Meloni, preceduta dagli interventi degli assessori Fabrizio Rossi e Simona Petrucci, poi da quattro minuti di uno scatenato Antonfrancesco Vivarelli Colonna: «Temevo per la tua salute – gli ha detto Giorgia Meloni salendo sul palco – e voi fatelo vincere al primo turno, perché altri quindici giorni così non li regge».

Sa come scatenare gli entusiasmi la 44enne romana, alla guida di un partito in continua ascesa sul territorio nazionale e pronto, anche a Grosseto, a prendersi lo scettro della percentuale più alta. Con quello che ne conseguirà negli equilibri in giunta, anche se sono discorsi prematuri. Nel caso, come minimo, Fratelli d’Italia chiederà il vicesindaco.

Sul palco Giorgia Meloni non le manda a dire, né ai 5 Stelle, né al Pd.

«I 5 Stelle almeno sono coerenti – ha detto – perché non hanno mantenuto il 100 per 100 delle promesse fatte».

Poi il Pd, e il segretario Enrico Letta in particolare, candidato a Siena. «A pochi chilometri da qui, a Siena, si candida Enrico Letta. Ma lo fa senza il simbolo del partito, evidentemente se ne vergogna anche lui. E, in effetti, io lo capisco. Vaglielo a spiegare ai cittadini senesi che avevano una banca, il Monte dei Paschi, fra le più influenti d’Italia e che è stata usata come un bancomat dal partito. E ora che è in crisi i debiti se li accolla lo Stato. Per poi cederla con tantissimi dipendenti che vanno a casa e filiali chiuse».

A Grosseto vincere al primo turno

«Il sindaco uscente ha fatto un ottimo lavoro, anche grazie ai nostri assessori in giunta: urbanistica, ambiente, sport. Sono stati vicini alle categorie produttive. Un’Amministrazione che merita di essere confermata. E spero in una crescita di Fratelli d’Italia, le nostre piazze sono piene ovunque, abbiamo dimostrato coerenza e credibilità».

E in Toscana spera di rompere qualche altro tabù: «Le roccaforti non esistono più. E abbiamo dimostrato che quando arriva al governo un centrodestra abituato a vincere, si spende meglio. Il problema della sinistra è che ha smesso di governare ed ha solo gestito il potere. E ora lo sta pagando».

«Se siete qui è per riconfermare Antonfrancesco Vivarelli Colonna. Quello che vi chiedo io è di farlo al primo turno».

Piazza Dante piena per Giorgia Meloni
Piazza Dante piena per Giorgia Meloni

Dovete essere fieri di questa amministrazione

«Siete consapevoli del lavoro fatto in questi anni. Questa città ha una nuova spinta. Dalle variante urbanistiche, ai fondi che il Comune ha saputo attrarre, dai 9 milioni per le periferie, poi altri 15 che diventeranno più di 50 (“sono preparata sindaco? Sono una ragazza che studia”), agli aiuti per le categorie in difficoltà, al grande lavoro sull’ambiente, non ideologico, ma concreto. Un lavoro a tutto tondo che merita di andare avanti altri cinque anni».

 

Condividi

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

Articoli correlati