Skip to content

La lotteria del Sole per il progetto “Dopo di Noi”

Obiettivo vendere 10mila biglietti per aiutare persone rimaste sole e in difficoltà. Premi importanti. Collabora Banca Tema
Un momento della presentazione della lotteria del Sole
Un momento della presentazione della lotteria del Sole

di Federica Rossi

GROSSETO. «L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo», ci ricorda Sofocle. Nella sede di Banca Tema è stata presentata la Lotteria del Sole. Un progetto destinato all’acquisto di nuovi mobili, arredi ed elettrodomestici per il “ Dopo di Noi”. L’iniziativa ha l’obiettivo di vendere diecimila biglietti al costo di 2 euro e 50 centesimi l’uno, entro la fine dell’anno.

«Il progetto del Dopo di Noi – spiega Tiziana Tenuzzo – responsabile del fundraising per la Fondazione Il Sole, è un impegno importante, in un territorio quello grossetano, dove il tessuto del volontariato è molto esteso. L’attenzione è rivolta a quelle persone con disabilità psichica, intellettiva e relazionale i quali hanno genitori anziani o deceduti, quindi bisognosi di una struttura che provveda alla loro assistenza».

La Fondazione attualmente ha due appartamenti che necessitano di arredi, l’obiettivo è quello di permettere ai ragazzi residenti di poter personalizzare i loro ambienti. Da qui, nasce la causa della Lotteria. Una buona causa con vari premi come ad esempio uno scooter cilindrata 125 cc, una City Bike unisex, un week-end per 2 persone…

«Questo impegno, da parte della Onlus – sottolinea il presidente Massimiliano Frascino – è rafforzato dal nostro lavoro di squadra.  Ci riteniamo una comunità, non una società. Composta dai familiari, dai lavoratori e dalle aziende che ci sostengono. Un ringraziamento speciale viene rivolto alla Banca Tema, un istituto bancario che sostiene e garantisce un sostegno nei momenti del bisogno. In questo caso, mettendo a disposizione le loro filiali per la vendita dei biglietti».

Il biglietto della lotteria del Sole
Il biglietto della lotteria del Sole

La missione di Banca Tema è quella di stare sul mercato, conferma Francesco Gentili, ancor più importante è accompagnare il territorio stando al fianco delle persone. «Da molti anni, sostiene il Tema Vita, una mutua, che si occupa di cultura, di salute con un impegno concreto, sostenibile e solidale. La cultura non è soltanto opera d’arte, un dipinto, ma anche donazione dando uno sguardo non solo avanti ma soprattutto indietro per rimanere tutti insieme».

Tutto questo viene portato avanti dal coraggio, dalle idee e dalla forza per far crescere una serie di iniziative fondamentali alla concretezza di questo grande dono, la solidarietà dell’esserci.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati