Skip to content

Dono alle Iron mamme in ricordo delle amiche scomparse

Il regalo di Natale di tre donne alla onlus: «Abbiamo perso due persone eccezionali, vorremo fare qualcosa per sostenere chi ha bisogno»
La lettera inviata alla Iron mamme
La lettera inviata alle Iron mamme

GROSSETO. «Ciao, siamo tre compagne di classe che si sono ritrovate da grandi». Comincia con queste parole la lettera che tre grossetane hanno inviato alle Iron mamme, la onlus formata da un gruppo di genitori della provincia di Grosseto con figli autistici: una lettera che accompagna un gesto bellissimo, una donazione fatta all’associazione delle mamme di ferro.

La tragedia dopo essersi ritrovate

Non è stata una donazione come le altre, quella che hanno ricevuto qualche giorno fa le Iron mamme. Le tre donne, compagne di classe alle medie e al liceo,  si erano perse di vista. «Poi però ci siamo ritrovate – racconta una di loro – insieme a tutta la classe del liceo. Erano passati più di trent’anni e c’eravamo praticamente tutti. Poi però, due di noi, due nostre compagne di banco se ne sono andate».

Impreparate di fronte alla morte di due amiche ritrovate da grandi, distrutte da un dolore senza fine, le tre donne hanno deciso di trasformare il loro senso di impotenza e disperazione in un gesto di amore per gli altri. E quest’anno hanno deciso di dare una mano alle Iron mamme. «Sono donne eccezionali – dicono – che vivono quotidianamente il bisogno di portare l’attenzione della comunità sulla specialità dei loro figli. I bambini devono avere la nostra protezione, la protezione degli adulti. È per questo che insieme alle mie due compagne di banco, per ricordare le nostre amiche, abbiamo deciso di fare questa donazione. È poca cosa, ma l’abbiamo fatta con il cuore».

Le tre donne preferiscono restare anonime. «Abbiamo fatto questo dono per le nostre amiche che non ci sono più – dicono – non certo per noi». L’ultima volta che sono state tutte insieme erano a una cena di classe. «Abbiamo anche la foto di quella serata – dicono – Sono state nostre compagne di banco e anche di tanti momenti belli della nostra vita».

 Un gesto di solidarietà da ripetere

Con la loro donazione, le tre donne hanno voluto lanciare un messaggio, in un momento ancora così difficile per tutti. «Abbiamo visto passare i camion pieni di bare – dice una delle compagne di banco – e abbiamo sentito tutta la disperazione che la morte provoca. I ritmi delle nostre vite sono serrati, abbiamo mille cose da fare e spesso non troviamo il modo di fermarci nemmeno un attimo. Quello che vorremmo fare è mettere l’accento sul bisogno di inclusività che c’è quando si tratta di persone che hanno un disturbo dello spettro autistico».

Quest’anno, il ricordo delle due compagne di banco scomparse troppo presto e troppo all’improvviso, lasciando un vuoto incolmabile in tutte le persone che le avevano conosciute, ha portato un dono alle Iron mamme. «Il prossimo anno – dicono – sceglieremo un’altra associazione, sempre sul territorio, alla quale fare una donazione. Crediamo che questo sia il modo migliore per ricordare due donne eccezionali che se ne sono andate troppo presto».

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati