Skip to content

Ceri ai tifosi: «Ingenerosi, hanno detto frasi da imbecilli»

I tifosi della tribuna hanno accusato la società di non spendere abbastanza. Il vice presidente non ci sta e cobntrobatte
Simone Ceri (foto Noemy Lettieri - U.S. Grosseto 1912)
Simone Ceri (foto Noemy Lettieri – U.s Grosseto 1912)

GROSSETO. La sconfitta contro il Pescara allo Zecchini, ha lasciato una scia di polemiche cominciate subito dopo il 90′: sono stati i tifosi della tribuna, questa volta, ad alzare la voce e a tirare in ballo la società, accusata di non aver fatto tutto il possibile per far crescere la squadra.

La risposta di Simone Ceri non si è fatta attendere.  «Parte della tifoseria – ha detto – è stata ingenerosa, sono frasi, per dirla alla maremmana, da imbecilli. Vi assicuro che troveremo qualcuno che tirerà fuori i soldi. Quello che potevamo fare lo abbiamo detto tre anni fa. Io parlo di quella follia che abbiamo presentato all’Airone: in quella serata dicemmo come sarebbe stata la nostra follia, che la serie C nemmeno l’avremmo vista. E invece ci siamo arrivati e nel primo anno abbiamo fatto anche i playoff; quest’anno stiamo facendo quello che era nelle previsioni. Non abbiamo mai preso in giro nessuno. Questo è quello che possiamo fare, con i soldi che abbiamo. Quest’anno probabilmente li abbiamo spesi male, abbiamo fatto degli errori in buona fede. Siamo tifosi, io ho anche fatto la galera per il Grosseto e non me ne vergogno. Le nostre possibilità erano chiare fin dall’inizio, quello che ci hanno detto non lo meritiamo. Prima di Camilli il Grosseto ha giocato nella maggior parte degli anni tra i dilettanti, al massimo in serie D».

L’amarezza del vicepresidente

«Dall’altra parte c’erano dei calciatori di alto livello – ha proseguito Ceri – che noi non possiamo permetterci. Sapevamo bene la difficoltà che ci si sarebbe parata davanti. Abbiamo detto chiaro e tondo quello che potevamo fare. A me piace vincere ma dobbiamo fare i conti con questo tipo di stagioni. Questa è una creatura che deve crescere, ma siamo parecchio stanchi di dover combattere con l’acqua alla gola».

Il vicepresidente ha anche commentato la gara: «Il Grosseto s’è svegliato tardi. Abbiamo delle certezze e delle incertezze permanenti. Il Grosseto, che piaccia o no, è questo – ha aggiunto Simone Ceri – Ho visto il Grosseto di sempre, non ho avuto la sensazione che per 90’ ci fosse una squadra volitiva; ho visto subire passivamente il Pescara tutto il primo tempo. Vista la posizione di classifica non capisco il motivo, non abbiamo niente da perdere, pressioni non ne hanno. Giochiamo e basta».
«Per quanto mi riguarda Magrini non è in discussione. Direi che rimane al suo posto, ma è un mio pensiero, non ho parlato con Mario».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected