Skip to content

Carburanti alle stelle, dove si risparmia in città

I prezzi sono alle stelle. Ecco le tabelle con gli impianti meno cari per gasolio, benzina e metano
Il distributore Conad di via Scansanese
Il distributore Conad di via Scansanese

GROSSETO. Il mercato dei carburanti da autotrazione ha subito nel mese di settembre una brusca impennata. In particolare il metano è schizzato a prezzi mai visti. In Italia il prezzo medio praticato della benzina, in modalità self, sale a 1,691 euro/litro e il prezzo medio praticato del diesel, sempre in modalità self, cresce a 1,544 euro/litro.

È una vera ondata di aumenti che si riversano sugli automobilisti e, poi, di conseguenza sui consumatori a causa dell’incremento dei costi della filiera di approvvigionamento e dell’andamento dei mercati.

Quali distributori scegliere per risparmiare

Ma in città è ancora possibile rifornirsi risparmiando. Ecco le tabelle che consentono di risparmiare.

GASOLIO

METANO

La scelta dei distributori Conad

«La scelta di Conad di integrare i supermercati con impianti di carburante a marchio – dice una nota dell’azienda – si dimostra, in questo quadro, quanto mai opportuna. Mentre infatti il mercato impazzisce e propone il metano a oltre 2 euro al kg le politiche calmieratrici di Conad consentono di controllare gli aumenti limitando l’impatto sui cittadini, seppur adeguando gradatamente i prezzi sulla base dell’andamento puntuale del mercato d’acquisto. I due impianti di Grosseto resistono con dei prezzi contenuti (tra i più bassi della Toscana), è una resistenza coraggiosa e consapevole».

«Il rincaro, infatti, in particolare del metano e del gpl è principalmente dato da un aumento dei costi della materia prima. Non ci sono motivi per far presumere che dopo questa “fiammata” dei prezzi, ci sarà un assestamento e un ridimensionamento e di conseguenza il mercato resta incerto e nervoso. Nel frattempo Conad “regge il colpo” mantenendo un controllo costante dei prezzi nei suoi distributori della città e garantendo una funzione calmieratrici anche nell’area in cui opera. Oggi il metano è a € 1,195 al kg, la benzina a € 1,648 e il diesel a € 1,498. Il costante aggiornamento quotidiano del pricing ha come obiettivo quello di favorire il consumatore finale senza “caricarlo” di aumenti incontrollati, adeguandosi alle condizioni di acquisto. Una politica che, partendo dal principio connotato nello slogan “persone oltre le cose”, può garantire soltanto un grande sistema di vendita come Conad».

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati