Skip to content

Calcio dilettanti, campionati fermi fino al 29 gennaio

Agide Rossi (Figc): «Quello che si prevede è una riduzione dei tempi di recupero per chi si infetta da vaccinato»
Agide Rossi (a dx) con Gianni Canuti consigliere regionale Figc

GROSSETO. Il delegato provinciale della Figc, Agide Rossi, è consapevole che il nuovo stop ai campionati significa scrivere una nuova pagina negativa per tutto il mondo dei dilettanti. Ma non si arrende, anzi.

La Terza categoria si ferma fino al 30 gennaio

«La tegola non era preventivabile visto il buon andamento pandemico degli ultimi mesi. Quindi è un fermo ancora più difficile da digerire e accettare a tutti i livelli. Come delegato mi limito a comprendere quali potrebbero essere i benefici per le società già duramente provate da lunghi mesi di inattività o operazioni a singhiozzo. Quello che si prevede è una riduzione dei tempi di recupero per chi si infetta da vaccinato, questo porterebbe ad un accorciamento di attesa, quindi a dare maggior respiro alle rose delle squadre. Aspettiamo con fiducia le decisioni governative».

Ha avuto contatti con le società di Terza categoria?

«Per il momento nessuno. Questo campionato si allungherà fino a giugno come gli altri. Posso, comunque, interpretare gli umori generali non propriamente indirizzati all’allegria. Con l’uscita del prossimo comunicato provinciale mi aspetto le telefonate delle società. Per adesso è valido il comunicato unico regionale numero 45. Calcisticamente parlando questo maledetto virus ci ha preso in contropiede rompendo la sfera dove ci eravamo riparati. Adesso dobbiamo giocare in difesa disponendoci con un bel 1 – 10 (sorride) per evitare altri guai».

Il comunicato della Lega dilettanti Toscana numero 45 del 30/12/2021

Il consiglio direttivo del Comitato regionale Toscana, nella riunione tenutasi in data odierna (30/12, ndr), convocata al fine di valutare l’evolversi dell’emergenza sanitaria da covid sia da un punto di vista nazionale che regionale, ha deliberato quanto segue:

  • preso atto – della relazione del presidente Mangini sulla situazione attuale a livello nazionale, sulla base del confronto avuto con gli altri presidenti regionali ed il commissario della Lnd Giancarlo Abete;
  • dei resoconti esposti dai consiglieri regionali delle condizioni riscontrate nelle proprie Province;
  • dispone in via cautelativa e precauzionale, lo slittamento esclusivamente delle gare dei campionati dilettanti e giovanili maschile e femminile, sia a livello regionale che provinciale, in programma nei seguenti fine settimana: 8- 9/1/22 15-16/1/2022 22-23/1/2022 (anche quelle in programma nei giorni di venerdì 7-14-21 gennaio per quanto riguarda i campionati di calcio a Cinque, poiché giorno in cui vengono svolte il maggior numero di gare di ogni giornata delle varie categorie).
  • I campionati riprenderanno regolarmente nel fine settimana 29-30/1/2022 (anche il 28 per il calcio a cinque), ripartendo con le giornate di gara che avrebbero dovuto svolgersi nel fine settimana 8-9/1/2022 (anche il 7 per il calcio a cinque), cioè al momento dello slittamento.
  • Si specifica che tale slittamento non è riferito all’attività di allenamento e preparazione, che pertanto potrà continuare a svolgersi regolarmente come avvenuto fino ad oggi.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati