Skip to content

Antincendi boschivi: il modello sulla tv tedesca

La Maremma protagonista dello speciale andato in onda sull’emittente Zdf, la seconda tv pubblica della Germania
Umberto Fralassi, responsabile Aib Grosseto
Umberto Fralassi, responsabile Aib Grosseto

GROSSETO. L’attività di prevenzione degli incendi boschivi della Regione Toscana da sempre attira apprezzamenti e attenzioni in Italia e all’estero. Nei giorni scorsi la ZDF, la seconda televisione pubblica della Germania, uno dei principali network tv in Europa, ha contattato l’organizzazione antincendi boschivi (Aib) della Regione per documentare, attraverso una serie di sopralluoghi in Maremma, gli strumenti di prevenzione adottati dalla Toscana per affrontare un’altra stagione particolarmente impegnativa sul fronte degli incendi boschivi.

La troupe televisiva della ZDF ha realizzato alcuni servizi a Marina di Grosseto e a Principina, incontrando e intervistando i responsabili locali Aib, i quali hanno spiegato le attività di prevenzione realizzate nella zona, a cominciare dalle fasce di protezione nelle aree di interfaccia tra l’abitato e il bosco, e hanno mostrato il rimboschimento in atto nelle aree percorse dagli incendi boschivi degli anni passati.

L’attività di prevenzione dell’organizzazione Aib

La Regione Toscana ha deciso di dotarsi di nuovi strumenti per la salvaguardia del territorio investendo nella prevenzione, con finanziamenti mirati all’elaborazione di 20 piani specifici rivolti ad alcuni dei comprensori regionali più rischio. Un approccio, quello dell’organizzazione antincendi boschivi della Toscana (Aib), assolutamente innovativo per la realtà italiana, che si basa su una serie di dati e considerazioni che vanno dal tipo di vegetazione locale alla statistica degli incendi, dalla meteorologia locale alla presenza di persone ed infrastrutture, fino al cambiamento della densità di popolazione nella stagione estiva e al comportamento degli incendi storici.

Questa strategia si è sviluppata attraverso un’intensa attività di scambio di esperienze in Italia e all’estero, svolte principalmente presso il Centro di addestramento regionale La Pineta di Tocchi di Monticiano (Si), l’unico in Italia dedicato esclusivamente alla formazione antincendi boschivi, e ha portato all’attenzione nazionale e internazionale la pianificazione delle attività di prevenzione della Regione Toscana.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected