Skip to content

Il Comune disegna la Follonica del futuro

Il consiglio comunale ha adottato il nuovo Piano strutturale della città, il primo passo verso l’adozione entro inizio estate
La seduta del consiglio comunale di follonica
La seduta del consiglio comunale

FOLLONICA. Il Consiglio comunale ha adottato, questa mattina, 12 novembre, il nuovo Piano strutturale. La delibera è passata con 11 voti favorevoli da parte della maggioranza e 4 contrari dell’opposizione.

16 anni dopo l’approvazione dello strumento di pianificazione, nel 2005 sindaco Claudio Saragosa, l’amministrazione guidata da Andrea Benini, è tornata a disegnare le linee della Follonica del futuro.

L’adozione è il primo importante passaggio, che porterà all’approvazione definitiva del documento, entro l’inizio dell’estate, al termine della procedura partecipata, con la ricezione delle osservazioni da parte dei cittadini e dei professionisti. Il piano, la cui delibera conta 15 pagine di stesura e 70 di allegati, è stato messo a punto grazie all’impegno della commissione urbanistica e degli uffici comunali.

La filosofia del nuovo Piano strutturale

«Questo lavoro ha impegnato per mesi la parte politica e quella tecnica – ha spiegato il sindaco Andrea Benini – e per questo ringraziamo la nostra struttura che, dopo solo un anno dal reinsediamento, ha permesso di portare in adozione il piano Strutturale. In questo documento vogliamo che le vulnerabilità e le debolezze diventino nuove opportunità.

Mi riferisco a certi elementi di abbandono e degrado, che devono diventare strumenti per lavorare a nuovi modelli futuri. Questo principio è stato tenuto ben presente nella realizzazione del piano e si concretizza con la definizione di un percorso che punta sul minor consumo possibile di nuovo suolo e sulla scommessa della rigenerazione urbana, sia per il privato che per il pubblico. Dunque le aree verdi, i quartieri come Senzuno o gli edifici particolari, come le due colonie, la Cif e la Pierazzi. Questo favorendo la connessione all’interno e all’esterno della città, ad esempio con il parco di Montioni».

La sfida è fare di Follonica una luogo attrattivo per singoli e famiglie, in cui progettare il proprio futuro. Il tema della casa e del lavoro sono centrali, con grande attenzione all’edilizia residenziale pubblica e all’housing sociale, due formule diverse, che si rivolgono a diverse fasce di popolazione. Il piano vuole dare nuovi strumenti per riqualificare il tessuto edilizio esistente e alzare la qualità dell’offerta turistica della città, aumentandone l’attrattiva.

I passaggi per l’approvazione, prevista per l’estate

Appena la delibera sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana, si apre la fase delle osservazioni al piano Strutturale, da presentare entro 60 giorni. «Contestualmente parte l’adozione del Piano operativo che dovrebbe arrivare in Consiglio a marzo 2022. Seguirà l’istruttoria del Piano strutturale per arrivare all’approvazione definitiva prima dell’estate 2022, mentre il Piano operativo dovrebbe andare in approvazione entro la fine del 2022» scrive il Comune.

«La volontà dell’Amministrazione, infatti, è di arrivare al 2023, anno del centenario del Comune di Follonica, con i nuovi strumenti urbanistici approvati», conclude la nota.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected