Skip to content

Addio Sguscia, se n’è andato l’anima della sagra

Attilio Santoni aveva 71 anni e da sempre era l’addetto alla griglia della festa: era molto amato da tutta la comunità, i funerali saranno celebrati a Bagnore
Attilio Santoni "Sguscia" accanto alla griglia della Sagra dell'Acquacotta
Attilio Santoni “Sguscia” accanto alla griglia della Sagra dell’Acquacotta

SANTA FIORA. Bagnore e Santa Fiora sono in lutto: questa mattina, giovedì 11 novembre, se n’è andato “Sguscia”, l’anima della Sagra dell’Acquacotta. Attilio Santoni aveva 71 anni e fino all’anno scorso aveva mandato avanti la sua azienda di trasporto del legname. Sul Monte Amiata lo conoscevano tutti e la notizia della sua morte improvvisa, avvenuta questa mattina, ha lasciato sgomenti gli abitanti di Santa Fiora.

Alla Sagra dell’Acquacotta Sguscia, che si era meritato questo soprannome fin da ragazzo e che se l’è portato dietro fino al giorno della sua morte, era il re della griglia. E non c’era iniziativa che si svolgesse nel comune che non fosse accompagnata dal suo sorriso. «Era un uomo di una simpatia unica – dicono gli amici – aveva sempre la battuta pronta e soprattutto era una persona molto buona e altruista. Ancora ci sembra impossibile che se ne sia andato».  Sempre presente alle attività dell’Intercomunale Santa Fiora, squadra che milita in terza categoria, Sguscia lascia la moglie e il figlio Alessandro.

I funerali di Attilio Santoni saranno celebrati domani, venerdì 12 novembre, alle 15 alla chiesa di Bagnore.

 

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati