Skip to content

Accoltellamento in centro, presi i due aggressori

Due ventenni sono stati denunciati: la polizia municipale li ha sorpresi al bar poche ore dopo la rissa. Volevano vendere stupefacenti ai due giovani feriti
La polizia municipale in piazza San Francesco
La polizia municipale in piazza San Francesco

GROSSETO. Indagine lampo del Nucleo operativo per la sicurezza: i due ventenni ritenuti responsabili dell’accoltellamento di sabato 5 dicembre in via Vinzaglio, sono stati individuati dagli agenti della polizia municipale e denunciati, nemmeno due ore dopo dalla brutta aggressione.

Rissa scoppiata per la droga rifiutata

Gli agenti della polizia municipale, sabato sera dopo aver raccolto alcune testimonianze dei ragazzi che si trovavano tra piazza San Francesco e via Vinzaglio, sono andati al pronto soccorso, dove due ragazzi, anche loro ventenni di origini macedoni, erano andati a farsi medicare.

Avevano alcune ferite di arma da taglio ed erano loro due le vittime dell’aggressione degli altri due giovani, entrambi nordafricani, che sono stati denunciati. I due ragazzi hanno raccontato di essere stati aggrediti dopo che i due giovani nordafricani avevano offerto loro droga. Sembra infatti che i ragazzi che nel fine settimana popolano il centro abbiano trovato un sistema di comunicazione non verbale per acquistare droga: si siedono sulla soglia di un negozio in via Vinzaglio e vengono avvicinati dagli spacciatori. Cosa che sarebbe successa anche sabato sera.

I due giovani macedoni però, non erano lì per acquistare sostanze stupefacenti ma soltanto per trascorrere una serata fuori. Uno dei due avrebbe detto ai due nordafricani: «Figlio di…. levati da qui» nella sua lingua d’origine. Lingua che lo spacciatore avrebbe conosciuto perché imparata in comunità, dove era stato mandato. A quel punto sarebbe scattata l’aggressione. I due macedoni erano poi stati portati all’ospedale, altri due, rimasti lievemente feriti nella rissa sono stati medicati in centro dal 118.

Presi dopo un’indagine lampo

Mentre alcuni agenti del Nos, il nucleo operativo sicurezza erano al pronto soccorso a parlare con i feriti, altri hanno continuato a cercare i due ventenni che si erano allontanati. Poco dopo però, probabilmente credendo di non essere riconosciuti, si sono ripresentati al bar all’angolo di via Vinzaglio, dove sono stati trovati dagli agenti che intorno a mezzanotte li hanno presi e portati al comando per il fotosegnalamento.

Entrambi erano senza documenti: di fronte agli agenti della polizia municipale che hanno ricostruito in pochissimo tempo tutta la sequenza della serata di follia in centro, hanno ammesso di aver preso parte alla rissa: uno di loro aveva il coltello.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati

error: Content is protected