Skip to content

I 60 anni del consorzio Latte Maremma

È la più grande realtà produttiva del territorio, con 30milioni di fatturato annui, 50 dipendenti e 280 operatori dell’indotto

GROSSETO. Una realtà da 30milioni di euro all’anno di fatturato, la più grande della provincia di Grosseto, con 50 dipendenti, 280 operatori dell’indotto, 45 aziende socie. È l’identikit del consorzio produttori Latte Maremma, che oggi festeggia i 60 anni di attività, inaugurando contestualmente la gestione dell’auditorium di Grosseto Fiere al Madonnino, da questo momento chiamato Palamaremma.

«Uno spazio a disposizione del territorio, delle aziende dell’agroalimentare e non solo – ha spiegato il presidente del consorzio Fabrizio Tistarelli – un luogo ideale dove si concretizza il concetto di “fare sistema”, usato e talvolta abusato, ma mai come in questo momento appropriato. Per noi la sinergia con aziende, territorio e istituzioni è imprescindibile, per crescere e consolidarsi ancora».

Il consorzio è una garanzia di qualità fin dal momento della raccolta del latte, solo esclusivamente dai 45 produttori soci, nel raggio di 20 chilometri dalla sede di trasformazione a Grosseto. La produzione annua solo di latte si aggira sui 24-25 milioni di litri all’anno, ma nel tempo sono sorte anche altre linee produttive di derivati che sono affermate sul mercato dell’enogastronomia nazionale.

Stiamo parlando di burro, mozzarella, formaggi, yogurth, panna, con una linea produttiva biologica di latte fresco e freschissimo che fa del consorzio il leader in Italia di questo prodotto. «Produciamo anche formaggi biologici al caseificio della Parrina, con la quale abbiamo iniziati a collaborare circa due anni fa», spiega Vinicio Contini, direttore generale del consorzio.

«La scelta del bio – aggiunge – è imprescindibile in un momento come questo e ci siamo affidati a collaborazioni con aziende consolidate, tra cui una anche a Porcari, in provincia di Lucca. Abbiamo sette piattaforme di distribuzione in Toscana e in Italia, oltre a Grosseto, anche a Firenze, a Siena, a Livorno e a Bologna»

Il Consorzio in cifre

  • Latte Fresco 8milioni di litri
  • Latte ESL 4milioni di litri
  • Panna Fresca 7mila litri
  • Yogurt 2mila litri
  • Trasformati 9milioni di litri UHT, Gran Maremma e formaggi freschi
  • Superficie stabilimento di Grosseto 5mila metri quadrati

Il consorzio ha ottenuto le certificazioni per prodotti Biologici, Agriqualità, mentre lo stabilimento di Grosseto è riconosciuto per la produzione di prodotti per alimentazione speciale senza Iattosio.

Il futuro? «Continuare nella propria vocazione di promozione dei prodotti maremmani, coniugando tradizione e modernità nella certezza che i migliori valori ereditati dal passato possano essere pienamente apprezzati anche oggi, adattandosi facilmente ai nuovi paradigmi del mercato. Non solo a livello locale e in Toscana, ma ovunque».

Condividi

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

Articoli correlati