Skip to content

Vivono in comunità con il reddito d’emergenza

In totale avrebbero intascato circa 20.000 euro di sussidi: scatta la maxi multa e il recupero delle cifre
Guardia di finanza

GROSSETO. Vivevano in una comunità ma avevano fatto richiesta, e ottenuto il reddito di emergenza. Per questo 12 persone sono state multate dalla guardia di finanza. A scoprirlo sono state le fiamme gialle di Castiglione della Pescaia.

Furbetti multati

Il reddito di emergenza è una misura di sostegno economico in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Nell’ambito di questa campagna ispettiva le fiamme gialle hanno scoperto (e sanzionato in via amministrativa) 12 persone che, ospiti di una struttura con oneri a carico dello Stato, hanno indebitamente percepito questa forma di sussidio.
Le indagini sono state sviluppate in maniera trasversale, incrociando gli elementi scoperti durante l’attività di controllo economico del territorio con alcune segnalazioni e le banche dati a disposizione del corpo. A seguito di tali approfondimenti sono quindi emerse le posizioni dei 12 soggetti che, pur fruendo di una struttura con totale supporto e spese dello Stato, avevano sia già ottenuto diverse quote di Rem (mediamente, 1.200 euro ciascuno al mese), sia avviato ulteriori pratiche e richieste per nuovi sussidi pubblici. Ciò, però, in violazione della normativa in questione che, specificamente, esclude dal beneficio tutti coloro che soggiornano e utilizzano le strutture al cui pagamento provvede lo Stato.
Grazie all’attività dei finanzieri il flusso dei soldi dalle casse dello Stato è stato interrotto. In totale, sono state incassate quote per 20.000 euro procedendo con le conseguenti sanzioni amministrative per il recupero di quanto dovuto.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati