Skip to content

Torna il campionato invernale di vela a Punta Ala

Nove le giornate di gara da domenica prossima al 13 marzo con 15 regate da disputare
Una regata del campionato invernale di Punta Ala (foto YCPA)

PUNTA ALA. Prende il via domenica l’atteso campionato Invernale di vela d’altura di Punta Ala 2021-2022, organizzato dallo Yacht Club Punta Ala, in collaborazione con il Marina di Punta Ala S.p.A., arrivato alla  41ª edizione. La storica manifestazione velica torna nell’esclusiva località del comune di Castiglione della Pescaia dopo quasi due anni.

La 40ª edizione è stata annullata per il Covid a fine ottobre 2020, mentre il 39° campionato fu sospeso e quindi cancellato all’inizio della pandemia, nel marzo 2020.

Quindici regate

Il calendario prevede la disputa di un massimo di quindici regate, da effettuarsi in nove giornate: 24 ottobre, 7-21 novembre, 4-5 dicembre, 20-27 febbraio, 12-13 marzo. Sono ammesse al campionato invernale di Punta Ala le imbarcazioni di altura di dimensione compresa tra 7,5 metri e i venti metri,  dotate di certificato di stazza in vigore ORC (international o club), certificato di stazza IRC (standard e semplificato). E’ consentita la doppia iscrizione nelle due categorie ORC/IRC alle imbarcazioni in possesso di entrambi i certificati di stazza.

Sono ammesse iscrizioni per equipaggi Double Handed (DH): ORC,  ORC/Gran Crociera e IRC. Appartengono alla categoria Gran Crociera le imbarcazioni che in accordo con la normativa Altura FIV abbiano mantenuto la propria configurazione originale di barca da diporto, ovvero senza alcuna modifica successiva allo scafo ed appendici, e che siano in possesso di certificato ORC, anche semplificato. Al termine del campionato invernale verranno assegnati i trofei Giovanni Paoli (ORC), Pierluigi Marraccini (ORC/Gran crociera) e Mario Alberto Marrucchi (IRC).

Il segnale di avviso della prima prova della giornata inaugurale è previsto, come detto, per domenica 24 alle 11. Nell’impossibilità di disputare una regata per condizioni meteo o altre cause, la prova potrà essere recuperata, se possibile, in una delle giornate successive. Sono previste un massimo di 15 regate.

Da regolamento, potranno essere disputate un massimo di due prove al giorno. Sono previsti, sul totale delle prove, uno scarto al compimento della quinta prova, due scarti al compimento della nona regata e tre scarti al compimento della dodicesima prova. Nell’ultima giornata in programma il 13 marzo il segnale di avviso non potrà essere dato dopo le ore 15.30.

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati