Skip to content

Terza in pausa, tante le squalifiche pesanti

Le partite tornano domenica 9 gennaio 2022 con la 13ª giornata di andata, girone che si concluderà domenica 23 gennaio
Terza, riposo per le feste. Comanda il Santa Fiora

di Giancarlo Mallarini

GROSSETO. La Terza ha messo in folle, ha spento i motori. Si rivedrà domenica 9 gennaio 2022 con la 13ª giornata di andata, girone che si concluderà domenica 23 gennaio. L’anno in scadenza ha riportato in campo le società dopo la lunga sosta causata dalla pandemia ed è ovvio come tutti i meccanismi necessari per disputare un campionato non siano ancora perfettamente oliati.

Poi si è messo di traverso anche il calendario, sono previsti due riposi ogni giornata, con la non riformulazione da parte della Figc dopo l’abbandono del Porto Ercole. Uno zoppicare continuo, alla lunga deprimente e frustrante, dolente e senza rimedio per cui le contendenti trascorrono anche due settimane di fermo perdendo ritmi e condizione atletica, morale e agonismo.

Una babele, dunque, capace di annacquare previsioni, speranze e obiettivi. Sono queste le rimostranze annotate sui campi dove invece si dovrebbe parlare di calcio, di classifica, di gol e di entusiasmo. Ma la Terza non molla un centimetro restando fedele allo sport.

Terza, dopo dodici turni comanda Santa Fiora

Dai 12 turni disputati (si fa per dire) fino ad ora è emersa prepotentemente la grande ala dell’Intercomunale Santa Fiora, prima in classifica con 28 punti, frutto di nove successi, un solo nullo, due gare in meno e imbattuta. Un percorso da leader indiscusso.

A caccia della capolista c’è l’Aldobrandesca Arcidosso con 25 lunghezze, una gara in meno, il miglior attacco con 27 centri, difesa robusta con 8 reti incassate. Terzo lo Scarlino Calcio 2020 con 21 punti (in 10 gare) dove ha vinto 7 volte, perse 3 e non ha mai pareggiato. Miglior difesa con 7 gol subiti.

Quarto l’Aurora Pitigliano a quota 19 (10 gare), un gradino sotto ecco Orbetello Scalo (10) incapace di pareggiare. Al sesto posto c’è l’Atletico Grosseto 2015, l’unico ad aver disputato tutte le 12 partite e avere accumulato 17 lunghezze.

Capalbio, Civitella e Alta Maremma si dividono la settima posizione con 14 punti (Capalbio e Alta Maremma due gare in meno, Civitella una). Più in basso il Batignano Calcio 1946 con 12 punti, il Braccagni 11, Real Castiglione Pescaia 9. Chiudono lo Sticciano a 3 e il Semproniano a 1 accomunate da zero vittorie.

Sostanziose le decisioni del giudice sportivo

  • inibizione a svolgere ogni attività fino al 21/01/2022 al dirigente Paolo Tinturini (Batignano Calcio 1946);
  • squalifica fino al 20/02/2022 a Roberto Ricci addetto all’arbitro del Batignano Calcio 1946;
  • quattro giornate di squalifica a Simone Baldaccheri (Real Castiglione Pescaia),
  • tre a Federico Saletti (Batignano Calcio 1946),
  • due a Gabriele Ruggiero (Scarlino Calcio 2020), Samuele Fini (Real Castiglione Pescaia), Alessio Cinci (Sticciano),
  • una a Riccardo Magenes (Braccagni) e Costantin Lamba Razvan (Civitella).

 

Condividi su

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on linkedin
Share on twitter

Articoli correlati